Tavolo tecnico con il sottosegretario

Milano-Cortina, riunione a Verona. Morelli: «Serve un Commissario. E va sospeso il Codice degli appalti»

.
Il sottosegretario Morelli dopo la riunione in fiera (Marchiori)
Il sottosegretario Morelli dopo la riunione in fiera (Marchiori)
Il sottosegretario Morelli dopo la riunione in fiera (Marchiori)
Il sottosegretario Morelli dopo la riunione in fiera (Marchiori)

Riunione strategica a Verona questa mattina in fiera, con il sottosegretario delle Infrastrutture e dei trasporti Alessandro Morelli, per mettere a punto la road map in vista delle Olimpiadi Milano-Cortina 2026.

 

Uno dei temi è stato quello delle infrastrutture sportive. «Abbiamo fatto questo incontro proprio a Verona perché ho fortemente voluto che la serata conclusiva si tenesse all’Arena di Verona - ha detto il presidente del Veneto Luca Zaia al termine dell'incontro - . È stata una riunione utilissima e ho apprezzato la volontà di aumentare il passo fortemente auspicato dal vice ministro Morelli. Abbiamo chiesto anche più poteri perchèé queste opere vengono alla luce prima delle Olimpiadi. Sono convinto che le Olimpiadi cambieranno la storia del Veneto».

 

«La mia volontà è che questo tavolo coinvolga tutte le regioni italiane - ha detto il viceministro Morelli - perché quelle di Milano e Cortina siano le Olimpiadi di tutta l’Italia. Parliamo di investimenti per 11 miliardi di euro per una serie di realizzazioni infrastrutturali e di innovazione tecnologica. Penso soprattutto alla digitalizzazione nel campo dei trasporti. Vi è la necessità di un commissario, indispensabile per dare agli enti locali più poteri. Purtroppo in Italia vige il Codice degli appalti che è una non norma e ci pone molte criticità. Il Codice degli appalti deve essere sospeso almeno fino alla fine della crisi economica perché non è coerente con le necessità di questo Paese».

Suggerimenti