La conferenza stampa

Luca Zaia: «Vaccino, appello ai 50enni, ci sono ancora 60mila posti liberi»

La diretta di Zaia, 10 maggio 2021
La diretta di Zaia, 10 maggio 2021
Luca Zaia - 10 mggio 2021

Il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, è tornato in diretta per dare gli ultimi aggiornamenti sull'emergenza coronavirus nel Veneto. Superata quota due milioni di vaccini inoculati, il Veneto punta a proseguire la campagna vaccinale con gli over 50.

 

Oggi Zaia ha appunto spiegato che un Veneto su due facenti parte del target di vaccinazione ha ricevuto almeno una dose di vaccino e ha lanciato una appello ai cinquantenni a prenotarsi: ci sono ancora 60 mila posti liberi e se nei prossimi giorni non saranno prenotati, Zaia aprirà alla fascia d'età successiva, quella dei 40-49enni.

 

Calano i ricoveri e i contagi e Zaia riferisce di studi secondo i quali si potrà raggiungere l'immunità di gregge se il 65 per cento della popolazione sarà vaccinata. 

 

Nel corso della conferenza stampa Zaia è poi intervenuto sull'emergenza sbarchi in Sicilia e sul caso della denuncia al comico Natalino Balasso.

 

I dettagli della diretta:

 

BOLLETTINO

«Rispetto a ieri solo 247 nuovi contagi e 2 decessi. È un numero molto basso. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati infatti 9.800 tamponi, sui quali la percentuale di positivi è del 2,5%. Gli infetti dall’inizio dell’epidemia salgono a 417.727, le vittime a 11.425. Negli ospedali scende ancora il numero dei posti letto occupati da pazienti Covid: sono complessivamente 1.171 (-3), di cui 1.018 (-3) nei normali reparti medici. Invariato il dato delle terapie intensive, 153. I soggetti positivi e in isolamento domiciliare sono 19.036 (-10).»

 

PFIZER O MODERNA PER 50ENNI

«C'è Pfizer per tutti i cinquantenni che si sono prenotati. La norma oggi prevede per loro Pfizer e Moderna, non so se la circolare può cambiare. L'Europa pare abbia deciso di non confermare Astrazeneca, poi vedremo come andrà a finire.»  

 

VACCINI

«Domani raggiungiamo i 2,2 milioni di dosi eseguite. Vuol dire che nel target (over 16 anni) un veneto su due ha ricevuto almeno la prima dose. Gli over 80 vaccinati sono oltre 96 per cento, oltre il 70 per cento quelli della classe 70-79. Restano liberi per la classe 50-59 ancora 60mila posti. Faccio l'appello oggi e domani a prenotarsi e poi non escludo che ci siano novità perché non posso lasciare 60mila posti vuoti. Io mi sono prenotato per mercoledì pomeriggio a Codega (Treviso). Con gli arrivi di giugno, andremo a completare anche le categorie, come gli insegnanti, che avevamo iniziato» 

 

SBARCHI DI MIGRANTI

«Sbarchi, chi rifiuterebbe chi scappa dalla morte e dalla fame? Se diamo il messaggio che in Italia ci sono porte aperte senza se e senza ma, è inevitabile che ci saranno persone che punteranno al nostro Paese. Fondamentale aiutare chi ha bisogno di aiuto vero, fame e genocidi, e contingentare tutto il resto. In questo Paese se dici questo sei un razzista. Tutto diventa ideologico, come con il coprifuoco: aperturisti o chiusuristi. Ma ci sarà una via di mezzo?» 

 

CASO BALASSO

«Prima cosa, nessuno vuole censurare nessuno. Non posso accettare che tutto venga banalizzato. Quando ci fu l'acqua alta a Venezia, ci fu uno spettacolo di Pennacchi che introdusse delle informazioni sbagliate sul mio conto. Non ho mai detto niente né di Pennacchi, né di Crozza né di Balasso sul quale potrebbero interrogarmi perché ho visto quasi tutti i suoi spettacoli. Però c'è una cosa sulla quale non transigo: sulla mia reputazione e sul fatto che i veneti devono sapere che il proprio governatore ha una reputazione impeccabile. Cosa è successo con Balasso? Un signore su Facebook ha scritto: "Io me lo ricordo Zaia all'Odissea dopo un concerto dei Pitura Freska è entrato in camerino domandandoci se volevamo delle tr*** per il post concerto. Oggi è il nostro governatore. Figata". E Balasso lo ha ripostato il 7 maggio 2020, scrivendo "Se lo dice Furio...". Lo stesso Furio, qualche ora dopo, sulla sua bacheca scriveva che era una fake news. Ma Balasso ha lasciato lì il post, non l'ha tolto, l'ha mollato lì tranquillo lasciandogli fare migliaia di condivisioni e commenti. Perché sono false queste informazioni? Io all'Odissea ci sarò stato volte volte, non ero incardinato in quell'ambiente, e i Pitura Freska non si sono mai esibiti in quel locale. Io non ce l'ho con Natalino, non ho sete di vendetta, ma voglio solo che sia acclarata la verità. È l'unico artista che sono stato costretto a denunciare in vita mia. Sono il primo a dire che gli artisti vadano rispettati, ma che si dica che questa roba qui è arte. Vi ricordo che "offrire delle tro*" è reato. E aggiungo che a tutte le persone che ho denunciato nell'esercizio delle mie funzioni, non ho mai chiesto soldi. Basta che Natalino faccia le sue scuse invece di impegnare i tribunali. La satira è sacrosanta, ma il Facebook di Balasso è una vetrina nella piazza principale del paese, non puoi fare una cosa del genere. Ci sono rimasto male perché pensavo che lo avrebbe cancellato dopo essersi accorto che l'autore aveva scritto che era una fake. Balasso la vuole chiudere? Vediamo a che livello la finisce, è stato preso dall'ossessione nei miei confronti. SI è prestato a divulgare una notizia falsa e che non si trova neanche più. Sono tre quelli che l'hanno divulgato e tre i denunciati». 

 

IMMUNITÀ DI GREGGE

«Cruciali le ultime settimane di maggio perché sono quelle della contabilità delle aperture. Ci sono studi che dicono che l'immunità di gregge potrebbe arrivare alla soglia del 65% dei vaccinati. Se poi diventerà endemico o sparirà, non lo possiamo sapere adesso» 

Giorgia Cozzolino

Suggerimenti