Sequestrati 165 chili di marijuana

«Fabbriche» di cannabis in polesine: arrestate 11 persone

Carabinieri
Carabinieri

Undici persone arrestate, 165 chili di marijuana sequestrati assieme ad altri 90 chili  di cannabis per un valore sul mercato di 1.755.00 euro: è questo l’esito dell’operazione Amleto portata a termine dai carabinieri di Rovigo, col supporto dei colleghi di Prato, tra Lendinara, Lusia e Fratta Polesine.

 

Nell’ambito della stessa indagine erano state arrestate altre 6 persone tra Pistoia e Prato il 3 e 7 novembre scorso. Sei cinesi, tutti di Fujian, sono stati sorpresi stamani nella produzione di cannabis indica da 610 piante in vaso nutrite da impianto di irrigazione e fertilizzazione ed irradiate da 136 lampade allo iodio da 600 watt.

 

Inoltre stavano stoccando altri 20 chili di marijuana già lavorata. Era dal maggio scorso che l’Arma stava svolgendo indagini, tenendo in particolare sotto osservazione uno degli indagati, Li Quiang, già arrestato a Prato nel 2017. Lo straniero aveva avuto contatti con i connazionali arrestati il 7 novembre e faceva spola tra Lendinara e la città toscana: seguendolo, i carabinieri hanno scopetto le "fabbriche" di marijuana in polesine. Gli investigatori sospettano che la droga fosse destinata sia al mercato italiano che a quello del nord Europa.