Sul lago di Garda

Travolti da un motoscafo: morti un uomo e una donna. Indagati due turisti

Incidente sul Garda a Salò

Aggiornamento ore 20.15. È stato ritrovato nelle acque del Lago di Garda anche il corpo senza vita della ragazza di 25 anni che era a bordo dell'imbarcazione. La giovane è stata trovata con le gambe parzialmente amputate per la violenza dell’impatto. Sotto il motoscafo dei turisti tedeschi gli inquirenti hanno isolato tracce del legno della piccola imbarcazione su cui viaggiavano la 25enne e il 37enne Umberto Garzarella, morto nell’incidente.

 

Aggiornamento ore 17. Due turisti tedeschi sono stati indagati a piede libero per omicidio colposo e omissione di soccorso. Erano a bordo del motoscafo che nella notte nelle acque del lago di Garda a Salo ha travolto l’imbarcazione sulla quale erano fermi  Umberto Garzarella e la ragazza, una 25enne, che è annegata e non si trova.

 

Aggiornamento ore 14.30 È Umberto Garzarella, artigiano di 37 anni di Salò, l’uomo trovato senza vita su una barca a Salò, nelle acque bresciane del lago di Garda. Concessionario di un centro assistenza di impianti termici, era appassionato di nautica. Aveva trascorso il pomeriggio di ieri nel so paese per assistere al passaggio della Mille Miglia insieme ad un gruppo di amici. La donna che era con lui, attualmente dispersa, è di Toscolano Maderno.

Sarebbe stata individuato il motoscafo che secondo le indagini, ha travolto l’imbarcazione senza poi fermarsi. I carabinieri stanno ascoltando le persone che erano a bordo del motoscafo noleggiato nella giornata di ieri.

 

Aggiornamento ore 12. Con il passare delle ore si va definendo la dinamica del tragico incidente nautico avvenuto nella notte nel lago di Garda, costato la vita ad un uomo di 37 anni (al quale gli inquirenti sarebbero già riusciti a dare un nome), rinvenuto a bordo di una barca danneggiata, e in conseguenza del quale si sta cercando anche una donna dispersa nel lago.

 

Si infittisce invece il giallo sulla seconda imbarcazione coinvolta nell'incidente: l'attenzione di carabinieri e guardia costiera si starebbe concentrando su un uomo che avrebbe noleggiato una barca con la quale sarebbe rientrato nella notte in un cantiere con delle lievi ferite. La posizione di questa persona, identificata, è al vaglio degli inquirenti.

 

 

Ore 10.30. Tra Salò e San Felice del Benaco, sulla sponda bresciana del Lago di Garda questa notte, prima delle 5, è stato trovato il cadavere di un uomo, secondo le prime informazioni di 35 anni, su una barca che presentava danni da urto.

 

Come riporta BresciaOggi, sono in corso le ricerche di un secondo possibile occupante della barca su cui c'erano abiti femminili. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri del Nucleo investigativo di Brescia oltre alla Guardia Costiera e i carabinieri di Salò.

 

Non è nota al momento l'identità della vittima, ma si sa che si tratterebbe di un 35enne.

 

Proseguono frattanto le ricerche di una seconda persona, una donna, nelle acque di San Felice. Nella zona, infatti, come detto, è stata individuata una barca in avaria a bordo della quale erano presenti abiti femminili, il che induce a credere che potesse esserci una donna. Per questo stanno intervenendo, con i Vigili del Fuoco di Salò, anche i sommozzatori di Milano e l'elicottero dei Vvf di Bologna.

 

Notizia in aggiornamento