L'allarme

In Belgio primo caso in Europa della nuova variante B.1.1.529. Pericolosità ancora da verificare

Il primo caso della variante sudafricana del Covid-19 è stato confermato in Europa, per la precisione in Belgio. Il ministro della Salute Frank Vandenbroucke ha fatto sapere che una persona, non vaccinata e trovata positiva al Covid-19 lo scorso 22 novembre, ha contratto la variante B.1.1.529. La persona in questione ha viaggiato in Africa.

 

[[(article) Covid: Gb, nuova variante la più significativa scoperta finora]]

 

La nuova variante desta forte preoccupazione, ma l'Organizzazione mondiale della sanità stima che ci vorranno ancora alcune settimane per comprenderne il livello di trasmissibilità e virulenza. Gli esperti dell'Oms, responsabili del monitoraggio degli sviluppi del virus Covid, si incontrano già oggi per stabilire se la variante debba essere classificata come «preoccupante» o «da monitorare».

 

[[(article) Variante Covid in Sudafrica, fuga dal Joburg Open]]