Magnitudo 7

Forte sisma nell'Egeo, edifici crollati a Smirne: 4 morti e 120 feriti

Sisma a Smirne, edifici crollati (Ansa-Epa)
Sisma a Smirne, edifici crollati (Ansa-Epa)

Aggiornamento: Sono 4 le vittime accertate finora in Turchia dopo il terremoto di magnitudo 7.0 registrato nel mar Egeo. I feriti sono 120. Lo ha riferito la protezione civile di Ankara (Afad).

 

Diversi edifici sono crollati a Smirne, sulla costa egea della Turchia, a seguito del forte terremoto di magnitudo 7.0 registrato nel mar Egeo e avvertito in diverse province turche, compresa Istanbul. Lo riferisce la Cnn turca, mostrando le immagini delle macerie. Sul posto sono giunti diversi mezzi di soccorso e dei vigili del fuoco. 

 

I crolli si registrano al momento nei distretti di Bayrakli e Bornova.  Un centro di coordinamento dell’emergenza è stato creato a Smirne, ha fatto sapere la prefettura. La protezione civile turca (Afad) ha invitato gli abitanti di Smirne a non rientrare negli edifici che appaiono danneggiati. La popolazione era scesa in strada in massa a seguito del sisma.

 

I timori di ulteriori crolli sono legati anche alle diverse scosse di assestamento registrate dopo il sisma principale. Secondo il sindaco di Smirne, Tunc Soyer, gli edifici crollati di cui si ha notizia sono al momento una ventina.

 

La scossa  ha fatto crollare la parte anteriore della chiesa della Panagia Theotokou a Karlovassi, una delle località turistiche dell’isola greca. A Vathi, un altro centro isolano, sono crollate delle case disabitate. Secondo Cnn.gr (che pubblica una foto della chiesa colpita, presa dal sito Samos24), gli abitanti dell’isola si sono riversati in strada in preda al panico.

 

La scossa è stata avvertita anche ad Atene. Un numero imprecisato di persone si trova sotto le macerie dopo i crolli di edifici registrati a Smirne. Lo ha riferito il ministro dell’Ambiente e dell’Urbanizzazione di Ankara, Murat Kurum, che si sta recando sul posto. Diverse squadre sono impegnate nelle attività di ricerca e soccorso.

 

Un mini-tsunami con onde di circa un metro ha colpito la provincia costiera turca di Smirne. Lo riferiscono le tv locali mostrando le immagini dell’acqua che ha invaso le strade del distretto di Seferhisar, travolgendo negozi e abitazioni.