Contro alla rovescia

AstroSamantha pronta al rientrare sulla Terra: «Sogno di vedere la mia famiglia e di fare una doccia»

Il ritorno dopo sei mesi di missione: è stata la prima astronauta europea ad affrontare una passeggiata spaziale e ad avere il comando della Iss
Samantha Cristoforetti
Samantha Cristoforetti
Samantha Cristoforetti
Samantha Cristoforetti

È prevista nella notte, alle 1,05 italiane del 13 ottobre, la partenza dalla Stazione Spaziale Internazionale (Iss) della navetta Crew Dragon Freedom con l’equipaggio Crew 4, del quale fanno parte Samantha Cristoforetti, dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa), con gli americani Bob Hines, Kjell Lindgren e Jessica Watkins. Lo ha annunciato la Nasa, precisando che l’ammaraggio è previsto alle 23.41 italiane del 13 ottobre.

È inoltre prevista oggi, alle 16,05 italiane, la cerimonia del passaggio di consegne fra Cristoforetti e il nuovo comandante della Iss, il russo Sergey Prokopyev. «Spero di rivedere presto la mia famiglia, gli amici e di poter fare una bella doccia», ha detto l’astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa), nella conferenza stampa organizzata dalla Nasa. «Quello di rientro sarà un viaggio più lungo di qualche ora rispetto a quello di andata», ha detto il comandante della Crew 4, Lindgren. Dopo l'arrivo sulla Terra, Samantha Cristoforetti dovrebbe raggiungere il Centro europeo dell’Esa per l’addestramento degli astronauti che si trova in Germania, a Colonia.

 

Leggi anche
«Gli insetti? Alcuni sono prelibatezze»: AstroSamantha e la barretta grillo-mirtillo

 

I circa sei mesi della sua missione sono stati entusiasmanti, ma le è mancata la Terra: «al mio rientro vorrei godere delle sensazioni della natura e degli ambienti naturali». Rispetto alla sua prima volta nello spazio, con la missione Futura dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi), AstroSamantha ha detto che «allora aveva tante cose da imparare ed essere nello spazio era così emozionante che oggi il ricordo dei suoi primi giorni è confuso. «In questa seconda missione - ha aggiunto - ho potuto apprezzare molto di più quanto stava accadendo e cogliere più dettagli». È senz’altro positivo il bilancio di questa seconda missione, Minerva, dell’Esa, iniziata nell’aprile scorso e ormai alle ultime battute, ma nella quale ha segnato record importanti, come essere la prima astronauta europea ad affrontare una passeggiata spaziale e ad avere il comando della Iss

Cliccando sul tasto “Abbonati” potrai sottoscrivere un abbonamento a L'Arena e navigare sul sito senza accettare i cookie di profilazione.

Se preferisci invece continuare ad avere accesso gratuito a parte dei contenuti del sito, sostenendo comunque il lavoro dei giornalisti, tecnici e grafici de L'Arena, accetta i cookie di profilazione cliccando "Accetta e continua": ti verranno mostrati annunci pubblicitari in linea con i tuoi interessi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy.

Abbonati