Aumento dei casi

Zona «arancione rafforzata» nel Bresciano e in altri comuni lombardi: chiuse tutte le scuole

Il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana emanerà nelle prossime ore, un’ordinanza che prevede l’istituzione di una «zona arancione rafforzata» nell’intera Provincia di Brescia, in 8 Comuni della Bergamasca - Viadanica, Predore, Adrara San Martino, Sarnico, Villongo, Castelli Calepio, Credaro e Gandosso- e nel Comune di Soncino, in provincia di Cremona. Oltre al Bresciano sono quindi 9 i Comuni lombardi interessati dalle misure restrittive legate alla crescita del contagio da Covid 19.

I provvedimenti previsti includono la chiusura delle scuole d’infanzia, elementari, il divieto di recarsi spostarsi nelle seconde case e la chiusura delle attività universitarie in presenza.

 

Considerata l’ultima accelerazione - ha aggiunto la vicepresidente Moratti parlando in Consiglio regionale - nella provincia di Brescia, con l’aggravante delle varianti che nell’area sono presenti al 39% del totale dei casi, abbiamo concordato con Ministero della Salute una strategia di mitigazione e contenimento del contagio».

 

[[(article) Covid: Bertolaso, a Brescia siamo di fronte a terza ondata]]