DOPO IL TERRIBILE INCIDENTE

Zanardi al San Raffaele in terapia
intensiva: «Condizioni instabili»

Alex Zanardi
Alex Zanardi

La battaglia di Alex Zanardi rischia di complicarsi. Se le notizie degli ultimi giorni avevano indotto a un cauto ottimismo sulla ripresa del campione paralimpico, ora la strada della speranza si fa di nuovo in salita.

 

L’ex pilota di Formula Uno, «a fronte di intercorsa instabilità delle condizioni cliniche», è stato trasferito dal centro di recupero e riabilitazione funzionale Villa Beretta al reparto di terapia intensiva dell’ospedale San Raffaele di Milano. «Fin d’ora si precisa che non verranno rilasciate ulteriori informazioni sul caso», recita la nota diffusa dal dottor Claudio Zanon, direttore sanitario dell’Ospedale Valduce, a cui fa capo Villa Beretta.

 

Alex, rimasto vittima di un incidente lo scorso 19 giugno, quando con la sua handbike è finito contro un tir, ha già subito tre interventi neuro-chirurigici che sembravano aver prodotto gli effetti sperati, a tal punto che era avvenuto proprio il trasferimento nella rinomata struttura per la riabilitazione che lasciava presagire una nuova fase verso il recupero. Ora, però, questa nuova nuvola nera anche se ufficialmente non sono stati forniti altri aggiornamenti specifici sulle condizioni cliniche e sui parametri vitali del campione paralimpico.

# Sposta il focus sul parent