tragedia in val d'aosta

Valanga sopra Courmayeur, travolte due 25enni. Recuperato il corpo di una delle due, l'altra ancora dispersa

La tragedia nel canale degli Spagnoli, considerato il "paradiso" per gli amanti dello sci estremo e della neve fresca. Illesi, invece, i loro fidanzati
Uno sciatore è morto dopo essere stato travolto da una valanga in Valle d'Aosta (foto Archivio)
Uno sciatore è morto dopo essere stato travolto da una valanga in Valle d'Aosta (foto Archivio)
Le immagini dall'elicottero

Aggiornamento ore 21

Sono due ragazze di 25 anni le persone travolte oggi pomeriggio da una valanga in Val d'Aosta. Una è morta e una coetanea è ancora dispersa. Salvi i loro fidanzati.

 

Aggiornamento 19.30

Gli sciatori travolti dalla valanga facevano parte di una comitiva di quattro freerider, provenienti dalla Svezia, impegnati nel canale degli Spagnoli, in fondo alla vallata: si tratta di un couloir di circa 1.000 metri, a tratti molto ripido, considerato una sorta di "paradiso" per gli amanti dello sci estremo e della neve fresca.

I due - entrambi di 25 anni - sono stati presi in pieno dalla massa di neve piombata a valle: uno è stato trovato subito, gli amici hanno provato a rianimarlo ma ogni tentativo è risultato vano ed è morto probabilmente a causa di un politrauma. L’altro invece è stato trascinato a valle per almeno 400 metri, è stato sepolto dalla neve e il corpo non ancora è stato recuperato. Le ricerche riprenderanno domani mattina, 20 marzo.

L’allarme è scattato non appena la valanga è scesa a valle: a darlo sono stati gli amici che hanno contattato la centrale unica. Il Soccorso alpino valdostano ha organizzato due squadre a piedi - composte da tecnici, personale della guardia di finanza e un medico rianimatore del 118 - dato che le condizioni meteorologiche (assenza di visibilità per la presenza di nuvole basse) impedivano all’elicottero di raggiungere la zona.

La prima squadra è partita dall’Arp ed è giunta al canale, una sorta di imbuto ghiacciato e quasi verticale, iniziando a percorrerlo in discesa fino a raggiungere i due superstiti, entrambi rimasti illesi. La seconda ha invece risalito la val Veny con le pelli di foca. A rallentare le operazioni c’è stato anche il pericolo che si staccassero altre valanghe.

Il corpo della vittima è stato portato a valle e la salma è stata composta nella camera mortuaria del cimitero di Courmayeur. Le indagini sono affidate agli uomini del Soccorso alpino della guardia di finanza di Entreves: nei prossimi giorni saranno sentiti i due superstiti in qualità di testimoni per ricostruire la dinamica dell’incidente.

Il pericolo valanghe oggi, 19 marzo, nella val Veny era «marcato», indice 3 su una scala di 5 punti. Secondo il bollettino emesso dalla Regione Valle d’Aosta, «soprattutto sui pendii molto ripidi esposti a nord, nord est ed est le valanghe possono coinvolgere la neve vecchia debole e raggiungere dimensioni medie: le escursioni e le discese fuori pista richiedono esperienza nella valutazione del pericolo».

Gianluca Marra, responsabile della stazione di Courmayeur del Soccorso alpino valdostano, non ha dubbi: «La pioggia è stato un fattore determinante nel provocare il distacco di quella valanga. Anche lo sbalzo termico delle ultime ore ha avuto un ruolo nell’incidente».

«Il canale degli Spagnoli non è vietato - ha aggiunto - ma è sconsigliato. Viene sceso poche volte, non è molto frequentato rispetto ad altri canaloni, è molto ripido e ci sono pericoli oggettivi». Nel febbraio del 2019, proprio in quel canale, quattro sciatori furono travolti e uccisi da una slavina.

 

Aggiornamento ore 18.30

È stato trovato e recuperato il corpo di uno dei due sciatori travolti da una valanga nel canale di Vesses, in val Veny, sopra Courmayeur (Aosta). L’altro invece è ancora disperso ed è in corso un ultimo tentativo di individuarlo altrimenti le ricerche riprenderanno domani.

Si tratta di due uomini provenienti dal nord Europa che sciavano fuoripista. Altri due compagni sono riusciti ad evitare la valanga e sono in buone condizioni. Le operazioni di ricerca sono state condotte dal Soccorso alpino valdostano e dalla guardia di finanza di Entreves, a cui sono affidate le indagini per ricostruire l’accaduto.

 

Aggiornamento ore 17

Due sciatori sono dispersi sotto la valanga che si è staccata in un canalone della val Veny, sopra Courmayeur (Aosta). Lo ha accertato la squadra di soccorso che è arrivata sul posto via terra. Sono stati individuati due sciatori che sono in buone condizioni e hanno riferito dei due dispersi.

La comitiva proviene dal nord Europa. Le operazioni di ricerca proseguono. Vista una temporanea schiarita il Soccorso alpino valdostano tenterà un avvicendamento in elicottero.

 

***

Il Soccorso alpino valdostano è intervenuto per una valanga nel canalone del Vees, in val Veny, sopra Courmayeur (Aosta).

L’allarme è stato dato intorno alle 13 da sciatori che hanno assistito al distacco.

Non è escluso - secondo quanto si è appreso - che alcuni sciatori possano essere stati coinvolti. Vista l’impossibilità di raggiungere il luogo con l’elicottero a causa del maltempo (assenza di visibilità in quota) due squadre composte da tecnici del Soccorso alpino valdostano, Guardia di Finanza e medici sono partite via terra.

L’intervento - fanno sapere dalla centrale del soccorso - è reso difficile, oltre che dalle condizioni meteorologiche, anche dall’instabilità del manto nevoso.

Cliccando sul tasto “Abbonati” potrai sottoscrivere un abbonamento a L'Arena e navigare sul sito senza accettare i cookie di profilazione.

Se preferisci invece continuare ad avere accesso gratuito a parte dei contenuti del sito, sostenendo comunque il lavoro dei giornalisti, tecnici e grafici de L'Arena, accetta i cookie di profilazione cliccando "Accetta e continua": ti verranno mostrati annunci pubblicitari in linea con i tuoi interessi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy.

Abbonati