al via la XXII esima edizione on line

Torna «HANDImatica», compie 40 anni dedicati alla comunità fragile

Il video non può essere visualizzato in quanto non è stata accettata la cookie policy.
HANDImatica2020

La parola d'ordine della fiera HANDImatica 2020 è salute mentale e fisica della comunità fragile da garantire attraverso la fruizione dei mezzi tecnologici che permettono ai disabili di essere inclusi di fatto e non a parole nella società. Se ne parlerà da domani a sabato nella XIIesima edizione della manifestazione in cui è prevista anche un'area espositiva da visitare virtualmente. 

 

Smartworking, didattica a distanza e poi ancora salute e ausili, sono tanti gli argomenti di cui si discuterà, da seguire on line a causa del distanziamento sociale; l'evento dal titolo «Tecnologie digitali per la comunità fragile» alla Fondazione Asphi, la quale compie 40 anni di esperienza nel campo.  Tutto è sottotitolato per i sordi e si parte domani alle 10 con il convegno inaugurale Asphi «Tecnologie e competenze per l'inclusione oltre l'emergenza per lo sviluppo del terzo settore», quindi si prosegue fino alle 19 con tematiche di stretta attualità tra cui il prendersi cura delle persone anziane al tempo del Coronavirus, gli studenti davanti al computer per le lezioni scolastiche. Venerdì invece, sempre con stesso orario di apertura del collegamento, si parte trattando lo smartworking per le persone con disabilità, per passare poi a fibromialgia e disagio lavorativo, futuro della scuola dopo il lockdown e valorizzazione di autonomia e inclusione dei giovani con handicap. 

 

Sabato, infine, dopo aver raccontato modelli virtuosi di didattica a distanza si passa a soluzioni tecnologiche per l'autismo, robotica sociale e alle mille facce dello smart working ovvero come i disabili visivi sopravvivono al tempo del Covid. 
«Ancora oggi per Asphi ripartire dalle competenze, vuol dire fare conoscere le potenzialità delle tecnologie a chi opera nei contesti di inclusione e cura, alle persone con disabilità e fragilità ed ai loro familiari», sottolinea Franco Bernardi presidente della Fondazione Asphi. «Ma sappiamo che questo non basta, occorre un nuovo rapporto fra aziende, enti finanziatori, istituzioni e organizzazioni del terzo settore, per sviluppare iniziative efficaci ed incisive». Iscrizioni sul sito www.handimatica.com.

Michela Pezzani
# Sposta il focus sul parent