Monza

«Ti ammazziamo perché sei nero» e lo rapinano: in carcere i trapper Jordan e Traffik

I due trapper arrestati, Jordan e Traffik (foto Ansa)
I due trapper arrestati, Jordan e Traffik (foto Ansa)
I due trapper arrestati, Jordan e Traffik (foto Ansa)
I due trapper arrestati, Jordan e Traffik (foto Ansa)

Due trapper molto noti, Jordan e Traffik, sono stati arrestati dai militari della stazione di Bernareggio (Monza e Brianza) per aver rapinato un operaio 41enne nigeriano della sua bicicletta e dello zaino, armati di coltello e al grido di «vogliamo ammazzarti perchè sei nero» alla stazione di Carnate.

Jordan, brianzolo di 25 anni è noto alla cronaca nazionale per la sua insofferenza nei confronti delle forze dell’ordine e noti personaggi televisivi. L’altro, Traffik, 26enne romano, è gravato da precedenti per rapina e altro. Sono stati arrestati per rapina aggravata dall’uso di armi e dalla discriminazione razziale.

Per loro l’accusa di rapina aggravata dall’uso di armi. Si indaga anche per l’aggravante dell’odio razziale. L’episodio è stato ricostruito dalla vittima che ha sporto denuncia.