SUL LAGO D'ISEO

Santa Lucia per tutti i bambini grazie a un «regalo sospeso»

A Marone si potranno acquistare doni che poi tramite i Servizi sociali verranno consegnati ai genitori con problemi economici. Coinvolti il Comune e la cittadinanza
Il negozio di Marone che farà da centrale operativa  alla bella iniziativa del «regalo sospeso»
Il negozio di Marone che farà da centrale operativa alla bella iniziativa del «regalo sospeso»
Il negozio di Marone che farà da centrale operativa  alla bella iniziativa del «regalo sospeso»
Il negozio di Marone che farà da centrale operativa alla bella iniziativa del «regalo sospeso»

Il principio è del tutto simile al famoso «caffè sospeso» che è tanto caro ai napoletani ma ha preso piede anche in tante altre province d'Italia. Nella cittadina di Marone sul lago d'Iseo in questi giorni viene proposta la variante del «regalo sospeso», che si basa su un semplicissimo assioma natalizio: tutti i bambini, nessuno escluso per la condizione economica della famiglia, in vista della festa di Santa Lucia hanno diritto a un giocattolo, a una scatola di colori, a un peluche, insomma a una sorpresa. C'è però chi non può permettersi spese in questi tempi difficili: è doloroso ma le priorità purtroppo possono essere tante, dalla spesa quotidiana alle bollette di luce e gas, dagli affitti sempre troppo alti ai medicinali. Da qui l'idea di Anna Chitoni, titolare della cartoleria e tabaccheria sulla centrale via Roma: dare una mano, con il contributo di chi vorrà fare un gesto di generosità, a tutte quelle famiglie che non ce la fanno, contando sulla grande solidarietà della gente.

 

Leggi anche
Santa Lucia: la storia della «santa degli occhi» che porta i regali ai bambini

 

Giocattoli, cancelleria o denaro saranno raccolti dall'ufficio dei Servizi sociali 

«Non c'è nulla di più bello che guardare il sorriso dei bambini la mattina di Santa Lucia - spiega Giacomo Zanotti, marito di Anna – perchè negarlo a qualcuno? Allora abbiamo avuto questa idea: chiedere aiuto ai nostri clienti, affinchè, quella mattina, la possano vivere tutte le famiglie del paese». Il meccanismo è molto semplice: «Chi entra in tabaccheria – ha proseguito Giacomo – puo' acquistare un giocattolo, del materiale di cancelleria per la scuola come penne, quaderni, libri, colori, o un pupazzo, una bambola, un gioco di società in scatola. Puo' anche semplicemente donare del denaro. Tutto verrà preso in consegna da noi, che poi lo passeremo nelle mani dell'ufficio dei Servizi sociali in Comune».

Dalla solidarietà per Santa Lucia a quella all'Ucraina

Da lì provvederanno poi a distribuire quanto raccolto a chi di dovere. Un piccolo gesto per molti, che puo' regalare però un sorriso ai più piccoli meno fortunati: «Il periodo è molto particolare – sottolinea Zanotti – e tutte le famiglie lo stanno pagando a caro prezzo, letteralmente. Vogliamo, con questa iniziativa, regalare un po' di felicità a tutti i bambini». Il «regalo sospeso» ha ovviamente una breve scadenza, poiché l'intenzione degli ideatori è quello di distribuire i doni entro il giorno di Santa Lucia, 13 dicembre. In tabaccheria le porte saranno aperte tutti i giorni. Solidarietà, infine, che a Marone sta di casa: proprio la settimana scorsa, l'amministrazione comunale ha riconosciuto la massima benemerenza cittadina «Ercole de èla per le opere di pace e solidarietà» al gruppo Sos Ucraina, capitanato dal parroco don Emanuele Mariolini, che ha raccolto e consegnato alla popolazione martoriata dalla guerra 20 quintali di viveri. •.

Alessandro Romele