In dieci giorni quattro morti annegati nel lago di Garda

Nella notte turista polacco si tuffa e non riemerge
(ANSA) - BRESCIA, 27 LUG - Quattro persone sono morte negli ultimi dieci giorni nelle acque sulla sponda lombarda del lago di Garda. L'ultimo annegato è un turista polacco di 42 anni, che si è tuffato nel lago, a Desenzano, la notte scorsa, e non è più riemersi. Solo domenica era stato recuperato il cadavere di Alessandro Redaelli, 41enne di Lecco che una settimana prima si era tuffato dalla barca mentre era in compagnia della moglie e dei figli e non era più riemerso. La scorsa settimana due vittime si erano registrate a Limone del Garda. Prima un barista trentaseienne, tuffatosi dal pontile e poi recuperato senza vita, e infine un turista inglese, Aran Chada, 52 anni, che si era tuffato in acqua per salvare il figlio quattordicenne in difficoltà e poi è annegato. Il suo corpo ancora non è stato restituito dalle acque. (ANSA).
YA3-CSN