Approvato dal Consiglio dei Ministri

Ok al «Super Green Pass»: stretta per i non vaccinati, obbligo di gp sui mezzi pubblici

l Consiglio dei ministri ha dato il via libera all'unanimità al decreto che rafforza le misure anti Covid con il cosiddetto «Super Green pass». 

In pratica, dal 6 dicembre al 15 gennaio almeno, per accedere a bar e ristoranti al chiuso, eventi sportivi, cinema, teatri, discoteche, spettacoli, feste e cerimonie pubbliche servirà (anche in zona bianca) un green pass frutto di vaccinazione o di guarigione.

Come riporta l'Ansa, il Green pass (ma in questo caso derivante anche da tampone) servirà anche per viaggiare su qualunque mezzo pubblico.

Per gli under 12 invece non ci sarà obbligo di green pass, nemmeno quando arriverà i via libera alla vaccinazione per bambini e ragazzi tra i 5 e gli 11 anni. 

Confermata in un secondo momento la vaccinazione obbligatoria estesa a personale amministrativo sanità, docenti e personale amministrativo scuola, militari, forze di polizia, soccorso pubblico dal 15/12; richiamo obbligatorio per professioni sanitarie dal 15/12.

 

Il green pass «base» (la cui validità passa da 12 a 9 mesi) sarà obbligatorio dal 6/12 anche per alberghi e spogliatoi per l’attività sportiva.

 

Leggi anche
Green Pass, Draghi: «Vogliamo un Natale diverso dal 2020. Difendiamo quello che ci siamo conquistati»