L'annuncio di Draghi

Dal 26 aprile tornano le zone gialle con scuole tutte in presenza. Riparte la ristorazione all'aperto

Conferenza stampa Draghi 16 aprile

Zone gialle che torneranno dal 26 aprile e scuole tutte in presenza in fascia gialla. Lo ha detto il presidente del consiglio nel corso di una conferenza stampa. Riparte anche la ristorazione.

 

«Credo che si possa guardare al futuro con prudente ottimismo e fiducia. Sono 3 i blocchi di provvedimenti di cui parliamo oggi: uno riguarda le riaperture, un altro lo scostamento di bilancio e il terzo che riguarda le opere messe in cantiere. Le decisioni della cabina di regia anticipano al 26 di questo mese l’introduzione delle zone gialle, ma si dà precedenza alle attività all’aperto, anche alla ristorazione sia a pranzo che a cena. Le scuole riaprono tutte completamente in presenza nelle zone gialle. In arancione e rosso ci sono modalità che suddividono in parte in presenza e in parte Dad».

Lo ha detto il premier Mario Draghi nel corso di una conferenza stampa.

«Con la decisione di oggi il governo ha preso un rischio ragionato, fondato, sui dati in miglioramento. Rischi che si fondano su una premessa, che i provvedimenti siano osservati scrupolosamente. La campagna vaccinale va bene con tanti elementi positivi», ha aggiunto.

«Gli spostamenti saranno consentiti tra regioni gialle e con un pass tra regioni di colori diversi».

«La logica dei nostri interventi è di due tipi: un sostegno alle persone - umanitario - per coloro che hanno perso tutto e non per colpa loro, un altro serve a evitare che le imprese per mancanza di liquidità chiudano o vengano acquistate da qualcuno che si presenta all’improvviso. Sta capitando»

 

«Due fattori fondamentali hanno piegato la curva: le misure prese, abbiamo deciso di sospendere l’area gialla. Abbiamo un Rt a 0,85, un’incidenza a 183 e una tendenza della stragrande maggioranza delle regioni ad un miglioramento epidemiologico. A questo si aggiunge l’aumento delle dosi di vaccino. Quasi l’80% degli ultraottantenni hanno ricevuto la prima dose. Sulla base di questi elementi possiamo disegnare un percorso positivo, di natura graduale che vede per prima la riapertura delle scuole di ogni grado. Tutto il governo ritiene la scuola architrave della società. In maniera graduale proveremo a riaprire e il principio prova a partire da un dato scientifico, che nei luoghi all’aperto riscontriamo difficoltà nella diffusione del contagio

Da maggio riaperture graduali per piscine e palestre, da luglio per gli eventi fieristici». A dirlo il ministro della Salute Roberto Speranza

Suggerimenti