TRA ITALIA E SVIZZERA

Crolla un ghiacciaio sul Gran Combin: due alpinisti morti e 9 feriti

Vittime sono una spagnola e un francese, due feriti molto gravi
Crollati alcuni pezzi di ghiacciaio sul Grand Combin
Crollati alcuni pezzi di ghiacciaio sul Grand Combin
Crollati alcuni pezzi di ghiacciaio sul Grand Combin
Crollati alcuni pezzi di ghiacciaio sul Grand Combin

Due morti e nove feriti, alcuni in gravi condizioni: è il bilancio del crollo di alcuni seracchi avvenuto sul versante svizzero del Grand Combin, massiccio tra la Valle d’Aosta e il cantone Vallese. Lo ha comunicato la polizia cantonale. Il crollo ha coinvolto 17 alpinisti impegnati nella salita verso la cima. Le vittime sono una quarantenne francese e un sessantacinquenne spagnolo. Altri nove scalatori sono stati portati e ricoverati all’ospedale di Sion, due di loro sono in gravi condizioni.

L’incidente è avvenuto verso le 6,20 a 3.400 metri di quota, nella zona chiamata «Plateau du Déjeuner», lungo l'itinerario Voie du Gardien.

Sul posto sono intervenuti sette elicotteri e una quarantina di tecnici del Soccorso. Il crollo dei seracchi può essere legato - secondo Paolo Comune, direttore del Soccorso alpino valdostano (Sav) - alle temperature insolite per la stagione primaverile, con lo zero termico molto in alto. Il Sav si era messo a disposizione con i propri elicotteri e i propri tecnici ma dalla Svizzera non è stato richiesto supporto. La Procura della Repubblica di Sion ha aperto un'indagine.