Arrestati a Parigi sette ex terroristi italiani: tre sono riusciti a scappare

L'attentato al giudice Minervini rivendicato dalle BR
L'attentato al giudice Minervini rivendicato dalle BR
L'attentato al giudice Minervini rivendicato dalle BR
L'attentato al giudice Minervini rivendicato dalle BR

Arrestati a Parigi sette ex terroristi, su richiesta dell’Italia: Roberta Capelli, Marina Petrella e Sergio Tornaghi (condannati all’ergastolo) Enzo Calvitti e Giovanni Alimonti delle BR; Giorgio Pietrostefani di Lotta Continua, Narciso Manenti dei Nuclei Armati contro il Potere territoriale.

 

Luigi Bergamin, Maurizio Di Marzio e Raffaele Ventura sono riusciti a scappare.

 

«Soddisfazione» è stata espressa dal premier Draghi e dalla ministra della Giustizia Marta Cartabia che parla di «ferita che era rimasta aperta» e di necessità di arrestarli per non far scattare la prescrizione. «Il problema ora è risolto - commenta Macron - così come richiesto dall’Italia».

Suggerimenti