<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Tra Marche e Abruzzo

Notte di paura
per i veronesi
in ferie sul litorale

di P.D.C.
Soccorritori in una delle zone colpite
Soccorritori in una delle zone colpite
Soccorritori in una delle zone colpite
Soccorritori in una delle zone colpite

Notte di paura anche per i tanti veronesi che hanno scelto il litorale marchigiano per le vacanze: intere famiglie sono state bruscamente svegliate dalla scossa delle 3.36 la prima e più violenta. Il litorale dista circa 180 chilometri dall'epicentro del sisma, ad Amatrice, nel rietino: in strada i veronesi che soggiornano a Senigallia, Falconara Marittima, Sirolo, Numana che hanno avvertito distintamente la scossa, la più violenta e la più superficiale (4 km) dello sciame. Tante le scosse di assestamento che stanno proseguendo tuttora: la terza, registrata poco dopo le 5, di magnitudo 3.2, ha riportato la gente in strada. Solo tanta paura per i veronesi in soggiorno che hanno tranquillizzato già nella notte amici e parenti via social e telefono.

Suggerimenti