VVB Per La Vita

25.11.2019

L’esercito di volontari
che migliora la società

C’è un esercito silenzioso nella nostra provincia, formato da migliaia di volontari che offrono il loro tempo e soprattutto il loro cuore per aiutare chi è in difficoltà. Ognuno lo fa secondo le proprie possibilità, spesso per dare risposte a bisogni immediati, colmando lacune lasciate dalle istituzioni. È un mondo che vale la pena di sostenere, come ha scelto di fare il Gruppo Athesis con la sua iniziativa «V.V.B.», per dare una mano a realtà che di mani ne danno tante tutti i giorni a tante persone, a bambini senza famiglia, ad anziani soli, a persone malate o con disabilità. Quest’anno, per la seconda edizione di quella che è stata definita la maratona del bene, la scelta è caduta su cinque associazioni, quelle di cui si parla nella pagina accanto, Airc, Alzheimer Italia Verona Onlus, Amici senza barriere – Daniela Zamboni Onlus, Famiglie per l’accoglienza e Sinergia onlus, impegnate su fronti diversi, dalla ricerca sul cancro al sostegno alle famiglie in difficoltà ai bambini di strada in Perù. In particolare per le quattro associazioni veronesi (Airc è nazionale e ha un comitato per il Veneto, oltre a importanti progetti di ricerca basati a Verona) è stato scelto uno speciale criterio di selezione, il marchio Merita Fiducia, che fornisce un’ulteriore garanzia per chi partecipa all’iniziativa di Athesis, marchio etico per le organizzazioni di volontariato veronesi, ideato dal Csv esattamente 10 anni fa e da allora continuamente promosso nel mondo delle associazioni di volontariato, basato su sistema valutativo biennale, impostato su modelli internazionali e su quello dell’Istituto Italiano della Donazione di Milano e disponibile in due versioni: base e plus. La trasparenza è un aspetto sempre più decisivo in ciascuna donazione, non solo a parole ma dimostrabile, dati alla mano, attraverso il Bilancio sociale consolidato che riporta la sommatoria dei bilanci di tutte le 33 associazioni certificate dal marchio etico Merita Fiducia. Una certificazione dietro alla quale c’è un grosso lavoro di adeguamento alle norme di trasparenza a cui il Terzo settore si è adeguato. Basti pensare che nel 2018, queste associazioni «trasparenti» sono state in grado di attrarre proventi per 4.445.000 euro di cui 1.808.000 euro da privati (donazioni, raccolte fondi, 5xmille, contributi) e circa tre milioni da convenzioni con enti pubblici che equivalgono alle attività svolte da associazioni di primo soccorso e pronto intervento che complessivamente hanno in atto nove convenzioni, 38 mezzi circolanti, e circa 17mila servizi annui effettuati in ambiti diversi. Il mondo delle associazioni con il marchio Merita Fiducia è stato in grado di muovere circa cinquemila soci di cui oltre duemila volontari costantemente attivi (al 51 per cento uomini) che hanno erogato oltre 400mila ore di volontariato, a fronte di 49 dipendenti che hanno lavorato per 73mila ore. Tutto questo a riprova di un impegno che non vuol essere solamente frutto di spontaneità e immediatezza, ma che vuol anche porsi come referente di progetti tracciabili, solidi, che intendono realizzare i loro obiettivi nel migliore dei modi, a partire dalla chiarezza con cui investono i fondi raccolti grazie alla generosità di tante persone.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie