24.07.2020

Quando il gelato
arriva su due ruote
C’è il carretto di Teo

Teo Berardinelli con il suo carretto carico di gelati di ogni gusto
Teo Berardinelli con il suo carretto carico di gelati di ogni gusto

Indossa casacca e cappellino d’ordinanza, rigorosamente bianchi, attira bimbi, anziani, golosi di ogni età al suono di un campanello e porta il gusto dolce e rinfrescante del gelato nei quartieri della città facendo forza sui polpacci. È Gélateo, il nuovo chiosco dei gelati su ruote.

 

Alla guida, del carrettino e dell’idea imprenditoriale che punta a riportare in auge questa tradizione d’altri tempi, c’è Teo Berardinelli. Due figli di 9 e 10 anni, un passato lavorativo lungo decenni nella storica stamperia d’arte di famiglia, a Veronetta, Berardinelli questo inverno ha dato una svolta alla propria vita. Complici l’emergenza sanitaria e le conseguenti restrizioni che hanno rallentato anche il giro d’affari, Berardinelli ha trovato altri lavori temporanei, sempre coltivando la voglia di dare forma a una nuova dimensione lavorativa.

 

Durante l’inverno, e il lockdown, si è fatta gradualmente strada l’idea della gelateria itinerante. Il tempo di capire come poter passare dalla teoria alla pratica, come adempiere alle pratiche burocratiche che l’apertura di una nuova attività comporta, di trovare il giusto mezzo – un carrettino con tettuccio alzabile, trainato da una bici a pedalata assistita – e il gelato più gustoso – quello del laboratorio di Sona del maestro dell’Accademia del Gelato di Perugia Arnaldo Conforto – e in poco meno di un mese, con un investimento economico contenuto, Gélateo è su strada.

 

Ed ecco che nel variegato e frizzante, oltre che competitivo, mondo delle gelaterie veronesi, è approdata anche quella sulle due ruote. Una new entry inedita e divertente che approda a pieno titolo nell’iniziativa lanciata da L’Arena e che sta collezionando «like» e condivisioni anche sui social, da facebook a instagram. Nello spazio ristretto del carretto dei gelati, sorprendentemente, trovano spazio ben 12 gusti: una vera e propria gelateria su due ruote. «La maggior parte delle persone predilige le creme.

 

E quindi la selezione che ho fatto varia più che altro su queste, con i grandi classici, dalla crema alla stracciatella, dal pistacchio al cioccolato. Essendo un amante della frutta, però, non ho rinunciato ad alcuni gusti che secondo me sono tra i migliori, estremamente dissetanti in queste giornate torride: agrumi di Sicilia, dove i gusti di pompelmo rosa, mandarino e arancia si fondono insieme, ma anche pesca, limone, fragola», elenca Berardinelli.

 

I gusti alla frutta, tra l’altro, sono a base d’acqua e non di latte, adatti a chi è intollerante al lattosio. Dal 3 luglio scorso, dunque, il carretto di Gélateo fa la spola all’uscita dei centri estivi e dai parchi gioco dei rioni cittadini, dal Pindemonte a Porta Catena passando per Borgo Santa Croce e Bosco Buri, lungo le passeggiate cittadine, da lungadige San Giorgio all’Arsenale, dispensando coni e coppette e collezionando sorrisi.

 

«Quando i bambini mi vedono arrivare è una festa. Ma la stessa identica espressione la fanno anche molti genitori. E gli anziani mi aspettano di giorno in giorno, dicono che li riporto indietro nel tempo: è una festa, momenti decisamente gratificanti», racconta Teo che dopo poche settimane in città è già o piuttosto conosciuto tanto da essere richiesto in alcune festine private, tra bimbi e non solo. Unica limitazione, il territorio della prima circoscrizione.

 

«Non posso entrare in centro storico dove le attività pagano cifre considerevoli per affitti e suolo pubblico, sarebbe concorrenza sleale. Giusto così, altri spazi come l’Arsenale o a ridosso di alcuni punti imbocco di passeggiate sono altrettanto buoni», spiega Teo che da lunedì inizia anche il servizio delivery, dalle 19 alle 21, attraverso l’applicazione «Gelato Amore Mio». 

I.N.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie