<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
pallone di Bronzo

Avesani, il bomber “globetrotter”. «Che gruppo al Marchesino. Vorrei vincere la Coppa»

di Andrea Marchiori
Bronzo Nicola Avesani, Aurora Marchesino, Seconda categoria
Bronzo Nicola Avesani, Aurora Marchesino, Seconda categoria
Bronzo Nicola Avesani, Aurora Marchesino, Seconda categoria
Bronzo Nicola Avesani, Aurora Marchesino, Seconda categoria

Esperienza e gol al servizio dell’Aurora Marchesino. Nicola Avesani, classe 1991, è un attaccante, destrorso, in forza alla società gialloblù di Buttapietra, militante in Seconda categoria, girone B. Dalla trafila dilettantistica di tutto rispetto, Avesani è una tipica prima punta d’area: «Io sono cresciuto facendo il “semplice” gioco spalle alla porta e attacco la profondità: scarico il pallone e punto l’area».

La trafila del classe ’91 è di tutto rispetto: «Partito dal settore giovanile regionale a Santa Lucia, ho esordito in Promozione, poi in Eccellenza sempre con il Santa Lucia, per poi andare al San Giovanni Lupatoto. Ho fatto 6 anni lì», prosegue Avesani, «dalla Seconda categoria all’Eccellenza. Ho fatto i 103 gol che mi rendono il miglior marcatore a pari di Guido Galvani, bandiera storica del San Giovanni. Poi sono andato a Nogara 4 mesi, a Ronco, Cadidavid 3 anni, dalla Prima alla Promozione, infine a Marchesino. Quest’anno sono soddisfatto: siamo terzi e in finale di Coppa Veneto».

Avesani di soddisfazioni in carriera se ne è tolte, ma la fame di obiettivi non tende a diminuire: «Quest’anno mi piacerebbe portare a casa una coppa mai vinta. Aldilà della categoria, per i sacrifici fatti sarebbe una soddisfazione. Poi se riusciamo ad andare ai playoff e riportare su il Marchesino sarebbe un bel traguardo.

Un giorno, infine, mi piacerebbe finire a San Giovanni per il record dei gol, voglio chiudere il cerchio e diventare il più prolifico. Quest’anno invece più lavoro sporco che gol. Largo ai giovani: io faccio guerra, i miei compagni segnano. Come Girardi (compagno di squadra, ndr), che quest’anno la butta dentro in qualsiasi maniera».

L’Aurora Marchesino è terza in classifica e punta ai playoff. Per Avesani, l’obiettivo è raggiungibile: «Dobbiamo stare tranquilli, aiutarci a vicenda e toglierci tanti sassolini dalle scarpe. Io come altri “vecchiotti” abbiamo chiesto ai giovani di stare concentrati, di fare l’ultimo sforzo, dimostrare il nostro valore». L’attaccante a suon di ottime prestazioni si è conquistato la nomination al Pallone di bronzo.

«Io non raccolgo tagliandi, anche per scaramanzia», ammette, «però ho visto che mi hanno votato in tanti. Perciò ringrazio chi mi sostiene e chi mi viene sempre a vedere, soprattutto i miei genitori, la mia ragazza e i miei bambini».

Suggerimenti