<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Le classifiche

Martone, Valerio, Magrinello: come stanno andando le classifiche di Oro, Argento e Bronzo

di Stefano Joppi
Fabio Martone del Mozzecane
Fabio Martone del Mozzecane
Fabio Martone del Mozzecane
Fabio Martone del Mozzecane

Stefano Joppi Sorpassi e controsorpassi. Il Pallone d’Oro, inteso nelle tre diverse gradazioni del metallo (Oro, argento, bronzo), è una centrifuga d’emozioni. A distanza di sette giorni dall’ultima classifica si materializza il ribaltone in testa alla classifica di tutte e tre le categorie. I protagonisti che si danno battaglio sono i “soliti noti” che settimana dopo settimana affilano le strategie e danno improvvise accelerate. A determinare conferme cosi come a rinfoltire i nomi di new entry è anche la giuria tecnica che in questa edizione ha assunto un rinnovato e più pesante peso specifico.

Pallone d’Oro
Fabio Martone, centrocampista del Mozzecane, fa il pieno di voti. Il ventunenne di Sommacampagna dopo l’inizio di stagione alla Clivense è approdato alla corte di Riccardo Montefameglio e ha messo le ali aggiudicandosi la sesta tappa della corsa del Pallone d’Oro ricacciando alle sue spalle Giuseppe Ambrosi, attaccante dell’Ambrosiana. Il diciannovenne del quartiere Stadio a Verona rimane incollato alla ruota di Martone. Stabile in terza posizione l’estremo difensore del Valpolicella Riccardo Rossi, un veterano del Pallone d’oro. Un podio composto da giocatori di Eccellenza a riprova di un torneo ricco di talenti. Il primo posto, al momento, sembra una chimera per la coppia del Caldiero Lorenzo Zerbato e Nicolò Baldani, due assoluti protagonisti della favola dei termali che a tre giornate dalla fine del campionato guidano solitari la classifica del girone B di serie D e sognano l’approdo tra i professionisti. L’attaccante e il terzino dell’equipe di mister Soave settimanalmente vengono premiati dalla giuria tecnica. Alle spalle del tandem del Caldiero mantiene la sesta posizione il centrocampista classe duemila del Villafranca Davide Cordioli. Compie un poderoso balzo in avanti il mediano dell’Ambrosiana Tommaso Ferrarese, figlio di Claudio ex capitano dell’Hellas Verona. Completa la rosa dei primi dieci Nicolò Righetti del Vigasio e l’esperto difensore del Villafranca Edoardo Stanghellini.

Pallone d’Argento
Il portiere del Pastrengo, in piena lotta retrocessione, Mattia Valerio abbranca la sfera, pardon, il primo posto in classifica, ai danni dell’attaccante Filippo Muzza del Montebaldina Sona: un duello che i due ragazzi portano avanti con costanza seguiti, più staccato, dal numero uno del Bonavigo Stefano Saleri, estremo difensore non più di primo pelo. Fuori dal podio di conferma Nicola Martini, sempre del Bonavigo, che deve però fare i conti con il ventenne Andrea Corso dell’Oppeano che avanza in graduatoria a suon di tagliandi e aumentando il distacco dal Gilbert Cadete. Sale anche Elia Marassi del Consolini che supera Thomas Tinelli del Castelnuovo mentre in nona e decima posizione si attestano Steven Lanza (Bevilacqua) e Giacomo Mazzei (Virtus Verona).

Pallone di Bronzo
Sale al primo posto l’attaccante del Colognola ai Colli Gianluca Magrinello che scalza per poco più di cento voti la punta Nicola Avesani (Aurora Marchesino). Chiude il podio Alberto Mainente del San Giovanni Ilarione che fa un balzo in avanti di quattro posizioni. Ringhiano alle sua spalle Alessio Andreoli (Torri), Luca Avesani (Olimpia Verona) e Daniel Lago del Trevenzuolo. Entra nella top ten Andrea Zocca (S.L. Pescantina) come avanzano a duo di punti Denis Longo (Raldon), Drria Anas (Borgo primo maggio) e Francesco Scala (Bonarubiana). La corsa al bronzo resta più che mai avvincente. E non possono essere escluse le sorprese. Così come vuole il Pallone d’Oro.

Suggerimenti