LE CLASSIFICHE

La Benedetta, che balzo. E Bugi sfida il Laghetto

La terza classificata sale ancora e sfiora quota quattromila punti Salgono Botteghe riunite e Zazie Schede in arrivo anche da Giazza

Si infiamma la lotta per il podio de Il locale dell'anno 2022, l'iniziativa organizzata dal nostro quotidiano rivolta alle attività che popolano il vasto mondo della ristorazione veronese e non solo. Il contest, sull'onda del successo del Pallone d'oro, Commesso, Gelateria e Pizzeria dell'anno, conferma ancora una volta grande partecipazione, resa possibile dall'affetto tangibile dei clienti verso una categoria che è stata messa alla dura prova nel passato recente. Numeri in aumento di settimana in settimana: ora i locali partecipanti sono ben trentadue. Sempre in vetta Tentativo di fuga in solitaria per il panificio Al Laghetto di Milena Cacciatori che ha conquistato il cuore degli abitanti di Montorio, i quali tra amici e clienti lo trascinano sempre in vetta con un totale di ben 17.815 punti. Poco più della metà, a quota 9.172, ecco Il Bugi, la Belle Epoque. «L'affaccio su Venezia», gestito da Franca e Roberto raddoppia i numeri; vale lo stesso per La Benedetta osteria vino e pizza, di Verona, che con un balzo si piazza all'ultimo gradino del provvisorio podio con un totale di 3.862 preferenze. Balzo da migliaia di punti anche per Pikaciccio ciclostaria che tallona l'attività di via Stella a quota 2.818. Al quinto slot ecco L'insolito Caffè di Andrea Battistoni (2.681), di San Giovanni Lupatoto, seguito da Botteghe riunite di Orfeini (1.797). Chiudono la top ten Ristorante Boscomantico (1.781), Bottega del Caffè Dersut (1.613) e la new entry Zazie di Calderato Debora (1.378) oltre a Hairlab Samira (1.214), comunque tutti ben oltre la soglia dei mille punti, un traguardo comunque notevole. Obiettivo top ten Da sottolineare anche l'interesse per l'Hosteria LaCorte di Bussolengo e il Rossi Bar di Ronco all'Adige, mentre punta ad un posto al sole anche l'Osteria Nori di Verona. Cifra tonda a quota 500 per il bar Mezza Tappa di Vallese, prova a farsi notare anche l'osteria Il Ciottolo e il bra trattoria Moruri mentre spostandosi nella zona est di Verona c'è spazio anche per la trattoria pizzeria La Tortuga a Cogollo di Tregnago. Oltre a chi era già in classifica nelle settimane precedenti arrivano delle new entry come l'oreficeria Ambroso di Cera o la pizzeria Al Torrente di Giazza senza dimenticare il Bio Bar di Tregnago. Tutti in corsa per una sfida che comunque promette ancora parecchi colpi di scena. I numeri Rotta la barriera dei trentamila punti, con un totale complessivo che tocca quota quarantamila, per una media da più di 1.200 punti a locale. Regna l'equilibrio tra centro e provincia, con molti partecipanti che hanno la loro attività a Verona, ma sono parecchi anche i locali dei vari paesi della provincia, da Soave a Corrubbio, da San Giovanni Lupatoto a,Tregnago, poi San Bonifacio e Mozzecane. Dopo il grande successo de La Pizzeria dell'anno nel 2021, ecco un altro format dedicato alle eccellenze veronesi, un'edizione a 360 gradi che coinvolge ogni tipo di attività, dai bar alle birrerie, dai ristoranti alle osterie, pub, tisanerie, hamburgerie, caffè, gelaterie e chi più ne ha, più ne metta. .