L’EVENTO: INCONTRI D’AUTORE

Festival della Bellezza,
si alza il sipario

Sarà ancora Festival della Bellezza. L’emergenza Covid non ha fermato un appuntamento ormai tradizionale dell’estate veronese. La magia della musica, la forza delle parole, la fantasia dell’arte, ancora una volta vince il coraggio della cultura che regala riflessioni e amplifica le emozioni. Eros e Bellezza il tema dell’edizione 2020 della rassegna organizzata da Idem in collaborazione con il Comune di Verona, la Regione Veneto, il gruppo editoriale Athesis e Gianmarco Mazzi responsabile di Arena di Verona srl.

 

Si comincia il 28 agosto al Teatro Romano con Jasmine Trinca che parlerà dell’incantamento della sensibilità. Nei giorni successivi toccherà ad Alessandro Piperno con il suo Baudelaire, poi Pupi Avati, Igor Sibaldi, Gianni Canova con la sua evocazione di Fellini, Stefano Massini e Luca Barbareschi che chiuderà il ciclo d’incontri con le sue riflessioni su Casanova. Sette incontri d’autore che anticiperanno gli eventi organizzati all’Arena trasformata in un’agorà, la piazza degli antichi greci dove i cittadini si riunivano per discutere, il centro, il cuore pulsante della città, il luogo dove nasce la comunità.

 

Per nove giorni, dall’11 al 19 settembre, sono in programma eventi di approfondimenti culturali, spesso con doppio appuntamento: narrazioni serali al tramonto e spettacoli notturni sotto le stelle. Aprirà venerdì 11 settembre Alessandro Baricco con la lectio «Sul Tempo e sull’Amore», chiuderà il 19 Alessio Boni che si interrogherà sul gioco drammatico della seduzione ma si parlerà anche di arte con Philippe Daverio su Klimt e Schiele, di sport e Michael Jordan con Federico Buffa e Flavio Tranquillo, di musica e Lucio Battisti con Mogol. Saranno 15 appuntamenti da non perdere.

Leggi anche
Sette serate al Teatro Romano: Jasmine Trinca inaugura il Festival

 

Leggi anche
Buffa porta in scena Michael Jordan