30 maggio 2020

Veneto

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

27.03.2020

Zaia: «Verona
preoccupa. Scuole?
Difficile riaprano»

In corso la consueta conferenza stampa del presidente della regione Veneto Luca Zaia (che oggi compie 52 anni) in merito all'emergenza coronavirus.

«1874 i ricoverati in Veneto, in terapia intensiva 338 persone (in Veneto ne sono state allestite oltre 800), crescono soprattutto nel Veronese che pensavamo fosse un'isola felice. 313 i morti finora. Oggi sono nati 84 bambini».

«Siamo fortemente preoccupati per quello che accade a Verona. Il Veronese si porta dietro la contiguità con Brescia e ha il numero maggiore di aumenti. Villafranca funziona come ospedale covid e stiamo allestendo Marzana».

«Abbiamo tre giorni di ritardo rispetto ai modelli, ma non significa che abbiamo vinto: il nemico è dietro l'angolo e i Veneti devono continuare a comportarsi come stanno facendo. Non cambierò le ordinanze: cari veneti, vi prego di restare a casa. Stiamo accelerando di meno, ma il contagio c'è. Nel weekend spero piova: rallenterebbe ulteriormente il contagio».

 

«Ci vuole il coraggio di limitare la privacy per seguire i positivi, usando anche l'intelligenza artificiale. Potremmo fare come gli israeliano, monitorando con il drone chi ha la febbre. Confermo l'obiettivo di 20.000 tamponi al giorno, facendoceli in casa. Slitterà di qualche giorno il piano ma lo faremo».

«E poi faccio mio l'appello dei corrieri: non fatevi recapitare cose inutili, come le custodie del telefono».

«Aifa ha dato l'ok per infusione domiciliare dell'antimalarico per i malati di covid-19. Bisogna però ora stabilire un protocollo e poi si comincerà».

 

L'assessore ai servizi sociali Manuela Lanzarin: «Chi ha gravi disabilità o disturbi legati all'autismo o bambini con disturbi comportamentali sta soffrendo. Manderemo una nota ai prefetti e ai sindaci prevedendo che queste persone possano uscire oltre i 200 metri con un accompagnatore e la mascherina».

 

Riccardo Verzè
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie