05 giugno 2020

Veneto

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

31.03.2020

Zaia: «Al via nuovi
test sierologici.
Rinvio bollo auto» 

«Slitta a fine giugno il pagamento del bollo auto» 

 

«Test. Oggi abbiamo una cosa straordinaria da dirvi: con il professor Lippi dell'università di Verona e il professor Plebani di Padova, abbiamo l'ok per partire con i test sierologici che ci dicono chi ha gli anticorpi.  In pratica, facciamo i prelievi del sangue per poi analizzare le immunoglobuline, per sapere se il paziente ha già gli anticorpi e quindi l’immunizzazione. Sono arrivati i primi 10mila test rapidi e per fine settimana dovremmo averli tutti e 700mila. Fermi tutti, non chiamate gli ospedali, partiamo dalle case di riposo e dai dipendenti regionali, poi estenderemo a tutti. Ci stiamo lavorando da un mese e abbiamo approvato stamattina il progetto scientifico» 

 

«Teniamo duro, questa settimana e la prossima sono decisive. So che è difficile, che è un sacrificio, ma dobbiamo tenere duro e lo dico ai giovani».

«Ho scritto a tutti i prefetti, si può stare fuori entro i 200 metri anche per futili motivi a respirare un po' d'aria a sgranchirsi le gambe. Ovvio che se nei 200 metri avete il campetto di calcio non potete fare la partitella» 

 

«Siamo in un momento cruciale, non possiamo ancora cantare vittoria, dobbiamo rispettare le regole, stare a casa il più possibile»

«Dopo Pasqua si riapre? Dopo la pioggia arriva il sereno e arriverà, dobbiamo avere pazienza, passerà e noi dobbiamo passare come i primi della classe, facendoci il meno male possibile. Il virus è alle porte delle nostre case, abbiate attenzione. Non vuol dire che dopo Pasqua finisce tutto, se saremo bravi, cominceremo ad allentare i divieti.» 

 

«C'è un problema economico, la Germania sta stanziando 550 miliardi (contro i 25 miliardi dell'Italia)e quando sarà tutto finito, loro avranno imprese toniche tenute in vita da una flebo di sostanza. Io sono europeista, ma trovo ancora più scandaloso i video emozionali e motivazionali di leader europei, qui serve la pagnotta, serve mantenere vive e pronte per la ripresa le nostre imprese per non trovare solo le macerie».

 

«Noi finora abbiamo speso 92 milioni di euro per l'emergenza, ci sono associazioni che rinunciano ai propri contributi a favore della sanità e invito tutti a farlo perché stiamo raschiando il fondo del barile». 

 

 

 

 

 

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie