05 luglio 2020

Sport

Chiudi

17.02.2020

Zerbato insegue il suo bis d’oro Ma quanti big...

Marco NizzettoLorenzo ZerbatoManuel EnzoAndrea AntenucciStefano Bortignon
Marco NizzettoLorenzo ZerbatoManuel EnzoAndrea AntenucciStefano Bortignon

Diversità è ricchezza dove prima si conosce e poi s’apprezza. Lo spazio ora va ai protagonisti. Via il velo alla lista dei candidati al «Pallone d’oro» de L’Arena, decima edizione. Nelle oltre trecento nomination, fa capolino l’atteso mix di nomi di spicco uniti a gemme in attesa di maturazione. Tutti allineati sulla rampa di partenza: l’ex professionista e il ragazzino del vivaio, chi ha scalato le categorie e chi cerca un’identità. Divisi dai colori di maglia, uniti da una corsa che ora richiama il seguito degli appassionati. Basta un verbo per iniziare: condividere. Undici lettere come gli uomini che vanno in campo. La sfida inizia con il solito principio: render noti i volti dei partecipanti. Primo passo obbligatorio. Come aprire un dizionario. Ogni voce porta in dote un significato che può esser detto in molti modi: dipende dalla postura e dai criteri di chi comprende e giudica. Questione interpretativa che, di base, terrà banco fino al 14 maggio, giorno in cui è fissato lo stop al conteggio delle schede. In attesa di una verità frutto del volere popolare. Interessante perché non preventivabile, come l’esito di una partita. Facile notare i big: torna il già vincitore Lorenzo Zerbato. Quasi una provocazione, o forse giustizia: il capitano del Caldiero era ed è rimasto sulla cresta dell’onda. Meritando per più di un autorevole addetto ai lavori una chance tra i «pro». Rimanendo in alta quota, in D, il Legnago secondo della classe punta sulla verve dell’emergente portiere Manuel Enzo. Da non sottovalutare come il duo Bondioli - Zanetti che chiude la triade. Legnago, nel tempo, s’è dimostrata piazza calda e affezionata ai propri beniamini: facile ipotizzare sappia ripetersi. Sorprese attese da Vigasio: nome di punta Andrea Antenucci, fratello di quel Mirko che solo l’anno scorso conduceva in salvo la Spal in A e oggi sgomita per riportare in B la grande piazza di Bari. Impossibile non citare il profilo di Stefano Bortignon tra i prescelti del Villafranca. Stefano è una colonna del nostro calcio. Profilo di rilievo, volto capace di metter d’accordo tutti. In campo e fuori, come insegna una carriera che parla per lui. Tridente giovane per l’Ambrosiana salita ai piani alti della D: Scalera-Lonardi-Righetti, più volte pedine di una spina dorsale ormai rodata in categoria. In Eccellenza, il discorso ha contorni simili. S’abbracciano Marco Nizzetto della Belfiorese, fratello di Luca, un passato all’Hellas e oggi all’Entella neopromossa in B, con il giovane Niccolò Boni del Garda; Gabriele Carletti, guardiano dei legni di un Sona che ha imparato a sognare una D oggi non così impossibile da raggiungere, col giovane Elia Simeoni del Team; Giovanni Zoppi del Valgatara, terzino che s’è guadagnato una convocazione con la rappresentativa della Serie D di mister Giuliano Giannichedda. Non proprio un nome di primo pelo, vista la lunga marcia vissuta in A. Occasione d’oro per chi, come Zoppi, sfrutterà la chance partendo persino dall’Eccellenza. Il San Martino, nella stagione più indecifrabile della sua storia, punta sui fedelissimi De Rossi e Ferrarese. Più difficile, ma per questo di maggior interesse, l’esercizio che conduce alla scoperta dei nomi proposti nelle categorie inferiori. Pure qui, c’è chi è sceso dal professionismo: Francesco Bonato dell’Alba Borgo Roma e Alberto Creati della Pro San Bonifacio sono l’esempio più evidente. Storie di passioni che non muoiono, come di rotte impazzite da ricalibare: Patrick Parol, punta polacca del Caselle, ha più di un aneddoto da raccontare. Lui come molti altri più sotto: l’ingegner Marco Ferrari della Dorial, il bomber-commercialista Giacomo Pitondo dell’Alpo Club ’98 e oltre un centinaio di ragazzi pronti a prendersi la scena. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Riccardo Perandini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
72
Lazio
68
Inter
64
Atalanta
60
Roma
48
Napoli
45
Milan
43
Hellas Verona
42
Cagliari
39
Parma
39
Bologna
38
Sassuolo
37
Fiorentina
31
Udinese
31
Torino
31
Sampdoria
29
Genoa
26
Lecce
25
Spal
19
Brescia
18
Atalanta - Lazio
Bologna - Juventus
Fiorentina - Brescia
1-1
Genoa - Parma
Hellas Verona - Napoli
Inter - Sassuolo
Lecce - Milan
1-4
Roma - Sampdoria
Spal - Cagliari
Torino - Udinese