05 luglio 2020

Sport

Chiudi

13.12.2019

«Lottiamo anche per Kenny Diana ha portato il sorriso»

La Tezenis in fila per l’ino nazionale prima della palla a due al PalaSavelli di Porto San Giorgio FOTOEXPRESSGiorgio Pedrollo, vicepresidente della Tezenis FOTOEXPRESS
La Tezenis in fila per l’ino nazionale prima della palla a due al PalaSavelli di Porto San Giorgio FOTOEXPRESSGiorgio Pedrollo, vicepresidente della Tezenis FOTOEXPRESS

Il primo pensiero va a Kenny Hasbrouck, di nuovo fuori per infortuno. «Lo aspettiamo. Lottiamo anche per lui. Speriamo di averlo il prima possibile». Tre settimane almeno di stop. Ritorno previsto per il 2020. Ma Giorgio Pedrollo, vicepresidente della Tezenis Verona, non ha perso il buon umore Pedrollo, troppi infortuni rischiano di rovinarvi il Natale? «Non deve essere così, non voglio che sia così. Dobbiamo farci accompagnare da pensieri positivi. Siamo secondi in classifica, con ancora una giornata a disposizione per migliorare la nostra posizione a chiusura del girone d’andata. Sappiamo di avere tempo e risorse». La maledizione infortuni quindi... «Meglio ci abbia colpito oggi che a maggio. Perchè i campionati si decidono sempre alla fine. Abbiamo spalle larghe. E, parlo per esperienza, non ho mai vissuto campionati senza intoppi e senza infortuni. Capita a noi, capita agli altri. Ma mi pare che il club si sia mosso sempre con grande tempismo nell’affrontare le prime difficoltà di stagione». Il giemme Giuliani ha confermato che non interverrete sul mercato «Oggi confermo. C’eravamo interessati a qualche profilo. Ma erano situazioni che presentavano un impegno economico al di sopra delle nostre aspettative. Restiamo vigili, questo sì. Ma a oggi non sono previste novità». Quanto vale la sfida con Mantova? «Non decisiva, ma importante. Vogliamo prenderci il pass per le finale di Coppa Italia. Lo consideriamo il primo traguardo stagionale. Sappiamo che c’è solo da vincere contro Mantova. Possiamo farlo. Con testa e umiltà». L’impatto di Diana? «Positivo, non solo per il risultato. La Tezenis ha di nuovo il sorriso, che avevamo perduto per strada. Ecco, è sulla testa che era necessario intervenire subito. E il coach ha toccato le corde giuste». Come ha fatto? «Diana è un ex giocatore. Facile, per lui, entrare nella testa dei ragazzi e capire quello di cui hanno bisogno». Cosa è cambiato rispetto al recente passato? «Fa divertire il ragazzi attraverso il lavoro. Ha portato un entusiasmo che mancava. Di questo avevami bisogno, di entusiasmo. Crea giochi e competizione tra i ragazzi. Sono professionisti dal cuore bambino. E in campo, pur lavorando, non bisogno perdere il senso e la dimensione del divertimento». Siamo al giro di boa, tempo di primi bilanci. Chi l’ha sorpresa? «Mantova è una felice sorpresa. Corsa, organizzazione e qualità. E poi c’è anche l’Assigeco. Anche senza Ferguson (fuori per infortunio fino al 22 dicembre ndr) non hanno perso il filo del discorso. Raccogliendo punti, vittorie ed una posizione di classifica di grande valore». Delusioni? «Oggi vien da pensare a Udine. Penso a quanto ha investito, al valore del roster e del coach. Ma il campionato è lungo per tutti. Poi, Caserta ha avuto una partenza decisamente difficoltosa ma, strada facendo si è ripresa». Con tutti questi infortuni com’è l’umore a casa Pedrollo? «Mio padre è passionale. Lo capisco. Ha dato tutto e vuole il meglio. Faremo di tutto per accontentarlo». •

Simone Antolini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
72
Lazio
68
Inter
64
Atalanta
60
Roma
48
Napoli
45
Milan
43
Hellas Verona
42
Cagliari
39
Parma
39
Bologna
38
Sassuolo
37
Fiorentina
31
Udinese
31
Torino
31
Sampdoria
29
Genoa
26
Lecce
25
Spal
19
Brescia
18
Atalanta - Lazio
Bologna - Juventus
Fiorentina - Brescia
1-1
Genoa - Parma
Hellas Verona - Napoli
Inter - Sassuolo
Lecce - Milan
1-4
Roma - Sampdoria
Spal - Cagliari
Torino - Udinese