05 luglio 2020

Sport

Chiudi

01.11.2019

Ciuffo, il tris val bene la festa «Lavoriamo e ci divertiamo»

Andrea Ciuffo: tre gol al Pozzonovo e palla portata a casa. Ma ora c’è l’Albignasego
Andrea Ciuffo: tre gol al Pozzonovo e palla portata a casa. Ma ora c’è l’Albignasego

In Inghilterra se fai hat-trick significa che hai siglato tre gol, o più, nella stessa partita. E la tradizione vuole che ti porti a casa il pallone con tutte le firme dei tuoi compagni di squadra. Così Andrea Ciuffo, seconda punta di ruolo a supporto di Francesco Tomè, dopo la gara di Eccellenza contro il Pozzonovo vinta dal San Martino per 4-1 con il primo gol segnato Carlo Faedo, si è presentato nello spogliatoio del signor Picelli di Mestre e ha chiesto gentilmente il pallone della gara, per poi farselo autografare da tutti i ragazzi del San Martino. È stata una partita speciale per Andrea, vent’anni a dicembre, quattro dei quali passati in nerazzurro. «Quando queste cose capitano ai professionisti», rivela il numero 10 del San Martino, «pensi che in fin dei conti è una cosa normale a quei livelli. Poi una domenica pomeriggio di ottobre tocca al sottoscritto e tutto cambia: portarsi a casa il pallone della partita è una emozione indescrivibile». LE TRE PERLE. Proviamo a ricordarli allora questi tre gol, arrivati nel giro di 26 minuti e tutti concentrati nella ripresa? «Nel primo è stato bravissimo Andy Afful», rammenta Ciuffo. «Ha recuperato palla a centrocampo e a darla immediatamente sulla destra a Rambaldo. Matteo poteva benissimo calciare verso la porta, tanto che era solo davanti al portiere. Mi ha visto che arrivavo di corsa in mezzo all’area in anticipo sul mio marcatore, e mi ha fatto un assist meraviglioso che io ho dovuto solo spingere in porta». Nel secondo e nel terzo gol le azioni «partono dai piedi dolci e magici di Andrea Oliboni. Nel secondo un suo cross dalla destra mi ha messo sul piede un’altra palla che di certo non potevo sbagliare. Mentre nel terzo il suo assist è arrivato dopo due dribbling con palla all’indietro, sempre dalla fascia destra. Io ho colpito al volo in mezza rovesciata mettendo la palla all’incrocio alla sinistra del portiere. La palla è rimbalzata dentro e per sicurezza Pietro Filippini l’ha ribadita dentro di testa. Poi, ridendo, mi ha chiesto: “È mio il gol?”. Però sapevo benissimo che era mio...», conclude con un sorriso Andrea. ZONE ALTE. Nonostante la sconfitta patita domenica scorsa in casa contro la corazzata Giorgione, successiva al poker servito al Pozzonovo, il San Martino rimane nella parte alta della classifica e domenica il programma prevede una delicata trasferta ad Albignasego. «Noi dobbiamo solo lavorare e continuare così», raccomanda ancora Ciuffo. «È la nostra filosofia, la nostra forza. Lo spogliatoio è fantastico con i vecchi che si comportano da giovani e i giovani che, a volte, fanno i vecchi. Inoltre in questi quattro anni con l’aiuto del mister Filippo Damini sono cresciuto molto, sia sul piano caratteriale che su quello puramente tecnico e tattico. Lui pretende molto in allenamento e alla domenica. Ma quello che facciamo durante la settimana lo facciamo divertendoci. È questo il nostro segreto fondamentale: ci divertiamo ma al tempo stesso e ci alleniamo duramente». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Luca Sguazzardo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
72
Lazio
68
Inter
64
Atalanta
60
Roma
48
Napoli
45
Milan
43
Hellas Verona
42
Cagliari
39
Parma
39
Bologna
38
Sassuolo
37
Fiorentina
31
Udinese
31
Torino
31
Sampdoria
29
Genoa
26
Lecce
25
Spal
19
Brescia
18
Atalanta - Lazio
Bologna - Juventus
Fiorentina - Brescia
1-1
Genoa - Parma
Hellas Verona - Napoli
Inter - Sassuolo
Lecce - Milan
1-4
Roma - Sampdoria
Spal - Cagliari
Torino - Udinese