30 settembre 2020

Sport

Chiudi

20.01.2020 Tags: Storie di sport

«Al pallone non sappiamo rinunciare»

Simonetta Zappola, Elisa Lanza, Annachiara Teboni e Martina Giuliano
Simonetta Zappola, Elisa Lanza, Annachiara Teboni e Martina Giuliano

Pronta una panchina per quattro fresche laureate: giovani, belle e con le idee chiare. Per loro il calcio è passione, entusiasmo, gruppo, amicizia e vittoria. Sono queste le parole più gettonate, ribadite nel raccontare le loro esperienze alla conclusione del corso Uefa C Figc settore giovanile, da pochi giorni terminato a Valeggio. Allenatori e allenatrici nuovi di zecca che provengono da più punti del Veronese, una da Trento, e che raccontano un po’ di loro stesse. Con l’idea fissa di essere protagoniste nel mondo del pallone, ma con le giuste basi, come afferma Simonetta Zappola: «Sono molto soddisfatta di aver appreso parecchie nozioni e metodologie proprio adesso che sto allenando la Under 15 femminile della Virtus. Ho sempre giocato a calcio fino ai 30 anni, poi ho ripreso con il calcio a 5, ora solo allenatrice». «Ho giocato a calcio fin da piccola, poi ho dovuto subito smettere», rivela Annachiara Teboni, che ora allena i primi calci 2012 ad Angiari. Per restare in questo sport ha iniziato ad allenare, convinta che «il calcio è il gioco più bello del mondo: allenare mi piace, per crescere nel mio ruolo e avere più bagaglio possibile per insegnare calcio ai più giovani e perché voglio costruire ancor di più questo percorso». «Gioco da sempre a calcio e lo faccio ancora oggi nell’Alba Borgo Roma women», si presenta Martina Giuliano, che sta anche allenando i primi calci del 2011 del Cadore. «Abito a Trento e sono a Verona per motivi di studio», racconta. «In questo momento mi capita di lavorare spesso e dopo ore di duro lavoro prendo la macchina e vado all’allenamento a Verona. Finisco alle 22 e torno a Trento per ricominciare una nuova giornata lavorativa. Inevitabilmente mi chiedono: “Ma chi te lo fa fare? Ma non ti pagano neanche?”... Forse un po’ strana lo sono ma questo è il calcio per me. Sacrificio e passione, è una gioia infinita a cui non riesco a rinunciare». Impegnata su più fronti la dinamica Elisa Lanza, che attualmente gioca nel Casaleone femminile e dà una mano anche alle esordienti del Mozzecane. Tanto calcio alle spalle e la prima esperienza nel suo paese, Roverchiara, in seguito nel calcio a 5 con l’Angiari, pur impegnata su più campi continua ad allenare i ragazzini del suo paese, i pulcini 2009. «Essere al corso allenatori», confida, «è la prima tappa importante per meglio sapersi muovere nel calcio giovanile, con le giuste dinamiche ed l’inizio di una crescita personale e di un sogno che portavo dentro di me da molto tempo». •

R. CAP.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Napoli
6
Milan
6
Hellas Verona
6
Juventus
4
Sassuolo
4
Atalanta
3
Lazio
3
Inter
3
Bologna
3
Benevento
3
Fiorentina
3
Genoa
3
Cagliari
1
Roma
1
Udinese
0
Torino
0
Spezia
0
Sampdoria
0
Crotone
0
Parma
0
Bologna - Parma
4-1
Cagliari - Lazio
0-2
Crotone - Milan
0-2
Inter - Fiorentina
4-3
Napoli - Genoa
6-0
Roma - Juventus
2-2
Sampdoria - Benevento
2-3
Spezia - Sassuolo
1-4
Torino - Atalanta
2-4
Hellas Verona - Udinese
1-0