venerdì, 26 aprile 2019
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

16.03.2011

I nonnetti olimpici. Quando l'età non conta

Carlo Cavazzana taglia per primo il traguardo con le mani alzate. Ma non chiamatelo cicloamatore
Carlo Cavazzana taglia per primo il traguardo con le mani alzate. Ma non chiamatelo cicloamatore

I medici consigliano di muoversi, fare le scale, una camminata mattutina o serale: loro fanno molto di più. E anche se sono già entrati nella terza età, si sentono ancora atleti a tutti gli effetti. Ed i risultati danno loro ragione. A guardarli gareggiare sembrerebbero geneticamente modificati: in realtà sono ultra 60enni che non ci stanno ad essere condannati ad una decorosa ma inevitabile vecchiaia. Lo dimostrano le partecipazioni alle competizioni agonistiche che nelle categorie Master e Veterani registrano un costante aumento di partecipanti. Capita anche che questi eterni ragazzi si trovino a competere con chi ha molti anni di meno. Guai parlare di attività ludico-ginnica: vogliono agonismo puro. Quello che oltre all'allenamento aerobico richiede tenuta di nervi, freddezza psicologica e cuore forte.
Come Vitaliano Bulgarelli che nel 2009, 70 anni, ha vinto due tornei internazionali di tennis divenendo il numero 9 al mondo della categoria. «In campo nessuno si risparmia», spiega il lupatotino, numero 3 in Italia nell'over 70. «Giochiamo per divertirci, stare in forma, perché è lo sport che facciamo da una vita. Nessuno vuole perdere: se possibile si cerca di migliorare. A volte le gare possono durare anche tre ore ed è questo il bello della sfida. Nei quarta categoria mi trovo ad affrontare gente molto più giovane. I ragazzi tirano colpi formidabili, sono potenti come il tennis moderno: io uso la tecnica e a volte mi salvo». Nonno part time quando la racchetta non chiama, condivide con la moglie Livia Matassi le ore sui campi. E se lui ha vinto a Milano Marittima, lei è giunta terza nel «Lady 60».
Basta quindi con bowling, caccia, pesca o bocce: sono sport da vecchi. Ci fossero le Olimpiadi veterani, Verona potrebbe dire la sua. Alenatori di sé stessi, confidano nelle mogli. Come Ilia Erbisti che assiste Francesco Fiori, triathleta classe 1938, fisico formidabile, vincitore nella sua categoria dei campionati europei di Lisbona su distanza olimpica nel 2008. Due anni fa nel duathlon si è preso la soddisfazione di superare Nino Menghi, l'avversario storico. Ha chiuso la maratonina di Verona con una manciata di secomdi oltre l'ora: i prossimi obiettivi sono il master europeo di duathlon in Irlanda del 16 aprile ed i campionati europei di triathlon su distanza olimpica in Spagna in fine giugno. «Spero di chiudere in due ore e mezza, minuto più, minuto meno. Fermarmi? A volte ci penso. So che il triathon comporta molti rischi alla mia età, ma il fisico sta bene e continuo a rimandare. Forse lo farò dopo l'estate».
Franco Zamboni, altro veterano classe 1938, si fa scorrazzare sull'acqua trainato dalla barca: specialità sci nautico, lo sport che rappresenta come delegato federale anche per il Veneto. «Alle gare siamo una trentina. Non vinco ma non sono nemmeno l'ultimo. Alla base c'è la preparazione, lo spirito è divertirsi vincendo». E che dire di Claudio Denti, classe 1935, campione in carica dei Veterani nel tennistavolo e riserva nella squadra C del San Pancrazio? «Ho in programma gli Europei e mi sto allenando anche se non do per certa la mia presenza. Preparo gli schemi offensivi tenendo fede al mio modo di giocare: ho sempre preferito attaccare piuttosto che attendere l'errore avversario. Così ho vinto 48 titoli». E non chiamate cicloamatore Carlo Cavazzana, che ha vinto a Bardolino la prima gara della stagione nel super Gentleman, categoria B: primo fra 500 partecipanti.

Anna Perlini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
87
Napoli
67
Inter
61
Atalanta
56
Milan
56
Roma
55
Torino
53
Lazio
49
Sampdoria
48
Fiorentina
40
Cagliari
40
Sassuolo
38
Spal
38
Parma
36
Bologna
34
Genoa
34
Udinese
33
Empoli
29
Frosinone
23
Chievoverona
14
Bologna - Sampdoria
3-0
Cagliari - Frosinone
1-0
Empoli - Spal
2-4
Genoa - Torino
0-1
Inter - Roma
1-1
Juventus - Fiorentina
2-1
Lazio - Chievoverona
1-2
Napoli - Atalanta
1-2
Parma - Milan
1-1
Udinese - Sassuolo
1-1