13 agosto 2020

Sport

Chiudi

31.10.2009

La fedeltà di Pugliese «Gialloblù a vita? Magari»


 Walter Sandro Salvioni quando allenava il Verona. Ora guida l'Ancona
Walter Sandro Salvioni quando allenava il Verona. Ora guida l'Ancona

Gialloblù a vita. O quasi. Giuseppe Pugliese ha prolungato il suo accordo con l'Hellas fino a giugno del 2012. Ancora due anni e mezzo con il Verona. «Ma sono pronto a restare altri dieci anni - ammette il mancino pugliese - non vorrei più andar via da questa città. Verona mi ha dato tanto. La squadra, la gente, la società... Sono arrivato il 2 febbraio, Martinelli aveva appena rilevato il club, ho capito subito che voleva fare le cose seriamente».
Un accordo che piace?
Avevo un contratto fino al 2011, speravo di prolungare, il direttore mi ha convocato e abbiamo trovato l'accordo per un altro anno. Va bene così, io sono soddisfatto, anche la società.
Qualche squadra di B ha già messo gli occhi su Pugliese. Bonato l'ha blindato?
Non so nulla, credetemi. Non ho mai ricevuto proposte da altre società, sto bene qua e ho fatto di tutto per continuare a giocare con il Verona. Tutto il resto non conta.
È arrivato nove mesi fa, cos'è cambiato?
Dal punto di vista personale nulla. Mi sono integrato subito, sembra veramente incredibile. Non avevo mai lasciato prima la mia Puglia ma qua mi sento a casa.
...e dal punto di vista professionale?
La situazione è completamente diversa. Devo dire che io sono arrivato già con la gestione Martinelli e quindi non ho grandi confronti da fare rispetto a quello che era successo prima ma il presidente ha creato un gruppo di lavoro importante, dirigenti che capiscono di calcio, sempre attenti alle problematiche della squadra.
Pugliese, Ceccarelli e Rafael. Solo tre gialloblù dell'anno scorso giocano da titolari...
Però non dobbiamo dimenticare gente come Garzon, Campisi, Campagna, Gomez. C'erano anche loro l'anno scorso. Diciamo che un anno fa sono state poste le basi per il rilancio del Verona. Poi. in estate, Martinelli e Bonato hanno costruito un organico importante, una squadra che ha dimostrato nelle prime gare di campionato che può recitare un ruolo da protagonista. Sono orgoglioso perchè faccio parte di questo progetto e vorrei salire in alto con questa squadra.
Venti risultati utili consecutivi, Pugliese c'è sempre stato...
Anche i numeri confermano la bontà del nostro progetto. Abbiamo finito bene lo scorso campionato e abbiamo cominciato bene questo. Il merito di questo cammino vincente? Beh, innanzitutto mister Remondina. Lui era in panchina un anno fa e c'è anche adesso, vuol dire che ha fatto crescere tutto il gruppo. E poi la squadra. Qui ci sono tutti giocatori che hanno fame, che vogliono raggiungere l'obiettivo, che hanno esperienza e qualità. Uno spogliatoio vincente.
Adesso il Giulianova?
Non sarà facile. Ho giocato più di una volta su quel campo. È stretto, solo un metro e mezzo separa la linea laterale dal pubblico. I tifosi sono lì, a due passi. Non è facile giocare bene, la qualità potrebbe non bastare.
Un test di maturità?
Sì, perchè servirà intelligenza, pazienza, determinazione. Loro sono giovani, hanno grinta, vengono da una brutta sconfitta e vogliono rimediare, il Verona dà stimoli in più.
Una promozione dell'Hellas da festeggiare con una laurea...
Sono iscritto a Scienze Politiche all'Università di Bari, mi mancano solo sei esami, cercherò di finirli. Prima stavo a pochi chilometri, adesso la lontananza rende tutto più difficile ma la laurea è sempre un sogno che vorrei realizzare, i libri sono lì, sul comodino. Ogni tanto ci dò un'occhiata ma in questo momento il primo pensiero è sempre per l'Hellas».
Luca Mantovani

Luca Mantovani
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
77
Atalanta
71
Inter
71
Lazio
69
Roma
57
Milan
56
Napoli
53
Sassuolo
48
Hellas Verona
45
Bologna
43
Cagliari
42
Parma
40
Fiorentina
39
Sampdoria
38
Torino
37
Udinese
36
Genoa
30
Lecce
29
Brescia
21
Spal
19
Brescia - Spal
Cagliari - Sassuolo
1-1
Fiorentina - Torino
Genoa - Lecce
Hellas Verona - Atalanta
1-1
Juventus - Lazio
Milan - Bologna
5-1
Napoli - Udinese
Parma - Sampdoria
Roma - Inter