13 agosto 2020

Sport

Chiudi

01.11.2009

L' Hellas chiede strada al Giulianova


 Remondina carica l'Hellas: non possiamo mollare FOTO  EXPRESS
Remondina carica l'Hellas: non possiamo mollare FOTO EXPRESS

Avanti così, senza voltarsi indietro. «Conosciamo l'obiettivo, finora abbiamo fatto bene ma il traguardo è ancora lontano. Non possiamo mollare». Parola di Gian Marco Remondina. Il tecnico dell'Hellas dispensa elogi e consigli, la partita con il Pescina ha galvanizzato l'ambiente, lui vuole sfruttare il buon momento gialloblù ma l'atteggiamento non deve cambiare nelle prossime gare, a partire dalla trasferta di Giulianova.
Oggi pomeriggio gli abruzzesi avranno tanti stimoli in più per affrontare il Verona, la squadra che guida la classifica e che arriva al Rubens Fadini con un passato di grande tradizione. «Quando si affronta l'Hellas non è una partita cone le altre - ammette il tecnico gialloblù - ormai l'abbiamo capito. Gli avversari danno sempre qualcosa in più, sanno che si tratta di una vetrina importante un'occasione da non perdere».
Il Verona visto con il Pescina, però, non dovrebbe incontrare troppe difficoltà. «Abbiamo fatto bene ma dobbiamo voltar pagine - spiega Remondina - con il Pescina siamo partiti forti, abbiamo trovato il gol, abbiamo raddoppiato. Poi è diventato tutto più facile, giocare al Bentegodi è un piacere, gente come Colombo e Rantier, Esposito e Berrettoni hanno grandi qualità e quando trovano lo spazio è difficile fermarli. A Giulianova la musica sarà diversa. Il campo è stretto e piccolo, loro sono rapidi e veloci, sono giovani, hanno entusiasmo. Ho visto le partite con il Cosenza e con il Ravenna, in Romagna hanno perso due a zero ma all'inizio hanno sbagliato un gol facile facile con Vinetot e poi sono stati castigati da un rigore molto dubbio».
Da non sottovalutare anche l'aspetto ambientale. «Quando si parla di trasferte al Sud questo può essere un esempio - racconta Remondina - anche se siamo ancora in Abruzzo. I tifosi sono passionali, la gente è lì, a due metri dalla linea laterale. Dobbiamo calarci subito nella partita, dobbiamo dimostrare grande intelligenza. Avete visto cosa abbiamo fatto con il Pescina? Loro sono una buona squadra, hanno giocatori tecnici, pensavano di trovare un Verona presuntuoso, volevano addormentare la partita. Invece noi abbiamo giocato con l'atteggiamento giusto, non sembravamo i primi della classe ma una squadra che doveva salvarsi a tutti i costi, siamo andati a cento all'ora per un tempo e loro sono crollati ma vedrete che il Pescina farà buoni risultati nelle prossime gare».
Una trasferta delicata sotto tutti gli aspetti, non solo per le capacità del Giulianova. Dopo tanta abbondanza in attacco il tecnico perde in un colpo solo Selva e Colombo, le due punte capaci di giocare da centrali nel tridente offensivo. Selva è fermo da due settimane per un problema muscolare, ha provato anche ieri mattina durante la rifinitura ma non è ancora a posto, Colombo è stato bloccato a letto dall'influenza e non è stato neppure convocato. Remondina dovrà rivoluzionare completamente il reparto offensivo. Giocherà con il solito tridente oppure proverà due punte e un fantasista alle spalle? Probabilmente si partirà con la Banda Bassotti in avanti, Ciotola e Rantier sulle fasce con Berrettoni punto di riferimento centrale ma non si esclude l'accoppiata Rantier e Berrettoni di punta con Ciotola a sostegno. A meno che Remondina non decida, nella notte abruzzese, di rivedere completamente l'assetto del Verona inserendo un centrocampista in più. «Valuteremo fino all'ultimo - conclude Remondina - ma abbiamo un organico importante che cercherà di non far pesare le nostre assenze. Tutti dovranno dare qualcosa in più per fare risultato».
Luca Mantovani

Luca Mantovani
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
77
Atalanta
71
Inter
71
Lazio
69
Roma
57
Milan
56
Napoli
53
Sassuolo
48
Hellas Verona
45
Bologna
43
Cagliari
42
Parma
40
Fiorentina
39
Sampdoria
38
Torino
37
Udinese
36
Genoa
30
Lecce
29
Brescia
21
Spal
19
Brescia - Spal
Cagliari - Sassuolo
1-1
Fiorentina - Torino
Genoa - Lecce
Hellas Verona - Atalanta
1-1
Juventus - Lazio
Milan - Bologna
5-1
Napoli - Udinese
Parma - Sampdoria
Roma - Inter