31 maggio 2020

Sport

Chiudi

03.03.2020

Verona sabato a Genova? Si attende solo l’ufficialità

Lo stadio Bentegodi vuoto: potrebbe tornare a popolarsi venerdì 13 marzo per il match col NapoliSetti sarà in Lega domaniMiguel Veloso
Lo stadio Bentegodi vuoto: potrebbe tornare a popolarsi venerdì 13 marzo per il match col NapoliSetti sarà in Lega domaniMiguel Veloso

Gianluca Tavellin Una schiarita in tarda serata. O almeno così pare. Sampdoria-Verona, programmata dal calendario per la giornata di ieri a Marassi, e rinviata inizialmente al 13 maggio, sarà molto probabilmente disputata sabato alle 20,45. È l’effetto della rimodulazione del calendario - per ora soltanto ufficiosa - stabilita ieri dai vertici di Figc e Lega di Serie A in attesa del definitivo imprimatur in conseguenza della ben nota emergenza dovuta al coronavirus. LO SLITTAMENTO. La madre di tutte le battaglie dei recuperi al centro del summit di ieri era naturalmente rappresentata da Juve-Inter, destinate adesso a sfidarsi lunedì 9 marzo. Indirettamente questa scelta, con slittamento al prossimo weekend di tutte le partite non disputate nel fine settimana appena trascorso, aprirebbe uno spiraglio di luce per Samp-Verona. Tra l’altro i divieti esistenti in Liguria dovrebbero scadere alla mezzanotte di domani sera. Sopravviverebbe tuttavia il divieto di trasferta, fino a domenica, ai tifosi di Lombardia, Veneto ed Emilia. Compresi quindi i gialloblù in partenza da Verona. Se da qui a giovedì o venerdì si verificassero altri contagi nelle zone interessate (ipotesi, purtroppo, molto realistica) il quadro potrebbe ovviamente aggiornarsi ancora. Ma intanto la Lega avrebbe già prospettato, in forma ufficiosa, anche al Verona, la possibilità di giocare con la Samp tra quattro giorni, come detto alle 20,45. Ieri il Ministero dell’Interno aveva già consigliato a Verona e Napoli, che avrebbero dovuto scontrarsi domenica, la sospensione della vendita dei biglietti online. Un segnale chiaro dell’incertezza che regnava sovrana. Per la sfida coi partenopei l’ipotesi più accreditata resta quella di venerdì 13 marzo prossimo. IL PRIMO ANTICIPO. Quello del Bentegodi diventerebbe così il primo anticipo della ottava giornata di ritorno, fissato per le 18,45. Anche qui in attesa di conferme ufficiali. Cruciale sarà la riunione di Lega di domani. Tutti vantano pretese ma di tempo ne resta davvero poco. Un triste spettacolo per interessi di bottega, importanti - per carità - ma non tali da giustificare simili ritardi. In Svizzera ad esempio hanno sospeso il campionato per quindici giorni. Una volta attenzionato il virus e la sua pericolosità, la Lega elvetica arriverà all’appuntamento con tutti i club con delle ipotesi ben precise da votare. In linea di massima se si gioca in una delle quattro regioni colpite dal coronavirus le partite verranno disputate a porte chiuse, se il prefetto di qualche regione non coinvolta deciderà ugualmente per il porte chiuse bisognerà rispettare questa indicazione, altrimenti stadi aperti. Insomma, l’importante sarà arrivare alla riunione con idee ben precise da votare e mettere al più presto la parola fine a questo balletto, come ha ricordato tra gli altri il ministro Spadafora. CAPITAN VELOSO. Il Verona ha trascorso la domenica in pullman e questo si sarebbe tranquillamente potuto evitare. Col tira e molla, sono stati calpestati i diritti dei tifosi, in questo caso, di Hellas e Samp. Forte, al riguardo, la presa di posizione di Miguel Veloso. Il capitano gialloblù ha affidato ai social il proprio pensiero. «Una settimana per decidere se scendere in campo o meno. La squadra, lo staff, gli addetti ai lavori... Tutti a Genova dalle 17 senza avere notizie certe», si legge nella nota di Veloso. «Ora tutti sul pullman in direzione Verona. Trovo che questa situazione sia vergognosa e una mancanza di rispetto per tutte le persone coinvolte, in un momento così delicato per tutte le famiglie italiane, almeno le autorità potrebbero evitare di dire una il contrario dell’altra e trattare persone e società sportive come fossero dei giocattoli». Corretto il commento di Veloso che ha espresso molto bene quello che pensano moltissimi tra giocatori, tecnici, dirigenti e tifosi. Domani, a bocce ferme, è atteso anche un commento del presidente Maurizio Setti sulle decisioni assunte. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
63
Lazio
62
Inter
54
Atalanta
48
Roma
45
Napoli
39
Milan
36
Hellas Verona
35
Parma
35
Bologna
34
Sassuolo
32
Cagliari
32
Fiorentina
30
Udinese
28
Torino
27
Sampdoria
26
Genoa
25
Lecce
25
Spal
18
Brescia
16
Cagliari - Roma
3-4
Juventus - Inter
2-0
Lazio - Bologna
2-0
Lecce - Atalanta
2-7
Milan - Genoa
1-2
Napoli - Torino
2-1
Parma - Spal
0-1
Sampdoria - Hellas Verona
2-1
Sassuolo - Brescia
3-0
Udinese - Fiorentina
0-0