20 settembre 2020

Sport

Chiudi

19.07.2020

Setti adesso aspetta Juric La Viola ultimo... ostacolo

Inciampare su una Viola, sulla linea del traguardo. Sarebbe un peccato capitale. Verona e Ivan Juric sono vicini. Molto vicini. Rinnovo quasi fisiologico. Due anni ancora insieme. Tutto fatto, si era detto, fino a qualche giorno fa. Ma la vita è fatta anche di tentazioni. Inaspettate, improvvise, colorate. E la tentazione, stavolta, ha colore Viola. Il club del patron Commisso pare avere accelerato i tempi in questi ultimi giorni. Per cercare di tornare in corsa per l’allenatore croato. Che con l’Hellas, però, aveva già fatto importanti passi in avanti per il rinnovo. L’offerta del club toscano è comunque di quelle da non sottovalutare: 800mila euro a stagione, per tre anni. Possibilità di costruire una rosa da... Champions. Obiettivi ambiziosi. L’Hellas, però, ha giocato d’anticipo. Giochi non ancora fatti, sia inteso. E ieri, le parole di Maurizio Setti, nel pre partita della sfida con l’Atalanta hanno lasciato la porta ancora aperta al dubbio. «Juric ancora a Verona? Fino a quando non si firma, non si sa. Noi stiamo parlando. In realtà, c’è un contratto che già ci lega. Ma siamo disposti giustamente a rivedere tutto quello che è, perchè il mister è stato un valore aggiunto. Penso che abbiamo fatto belle cose insieme. Sia noi con lui che lui con noi. La speranza è quella di continuare assolutamente insieme». Ambizioni che vanno di pari passo? «Credo che il nostro modo di operare sia quello di fare i passi nel modo in cui possiamo permetterci di farli. Siamo una neopromossa, non ce lo dimentichiamo. Dobbiamo fare i conti, proprio in termini economici, di rispettare certi parametri dai quali non possiamo prescindere. Da parte nostra, ce la metteremo tutta per fare meglio dell’anno che stiamo ancora vivendo. Penso che ci riusciremo». Fino a qualche giorno fa la riconferma sembrava cosa fatta. Poi la trattativa sembra avere subito un rallentamento. C’è una forte tentazione che blocca Juric? «Questo bisogna chiederlo a lui. Noi, l’unica cosa che sappiamo fare è essere molto chiari e molto trasparenti in quelle che sono le nostre possibilità e le nostre ambizioni. Il mister lo sa e penso che tutto questo abbia un peso specifico nella vicenda. Abbiamo dato un termine e stiamo aspettando. Lui sta facendo le sue valutazioni. Da parte nostra problemi non ce ne sono». A giorni, forse a ore, la verità. E la chiusura della trattativa Juric. Il Verona in pole. La Viola che romba. In Inghilterra, il West Ham defilato. Ma nell’ultimo mese Hellas e Juric si sono scambiati messaggi d’amore. Il campionato volge al termine. La salvezza è acquisita. Il pari con la Dea è altro zuccherino da gustare. Manca solo la firma del tecnico croato. A breve il dubbio verrà sciolto. •

Simone Antolini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Fiorentina
3
Roma
1
Hellas Verona
1
Atalanta
0
Benevento
0
Bologna
0
Cagliari
0
Crotone
0
Genoa
0
Inter
0
Juventus
0
Lazio
0
Milan
0
Napoli
0
Parma
0
Sampdoria
0
Sassuolo
0
Spezia
0
Udinese
0
Torino
0
Fiorentina - Torino
1-0
Genoa - Crotone
Juventus - Sampdoria
Milan - Bologna
Parma - Napoli
Sassuolo - Cagliari
Hellas Verona - Roma
0-0
Benevento - Inter
Udinese - Spezia
Lazio - Atalanta