28 marzo 2020

Sport

Chiudi

08.02.2020

«Ivan, un mister di alto livello Grande stagione del Verona Impossibile sottovalutarlo»

Maurizio Sarri, prima stagione alla guida della JuventusLa designazione di Massa... vista da Vit
Maurizio Sarri, prima stagione alla guida della JuventusLa designazione di Massa... vista da Vit

Verona parentesi scomoda. O buco nero. O passaggio a vuoto. L’allenatore giusto nel momento sbagliato? Il tempo pare aver dato ragione a Maurizio Sarri, che all’Hellas era arrivato in un momento di foschie e burrasche. Senza lasciare il segno. Un punto in appena sei gare. Subentrato a Davide Pellegrini (ai tempi della Prima Divisione) il 31 dicembre 2007. Esonerato due mesi dopo. Oggi pare arrivare da un altro pianeta. La Juve, Ronaldo, il primo posto, la lotta scudetto. E parole al miele per l’Hellas di Ivan Juric GRANDE HELLAS. «Questa volta penso che la consistenza dell’avversario sia palese, sta facendo una grande stagione, ha un allenatore di alto livello. È una squadra pericolosa per aggressività. È una partita difficile e penso sia chiaro anche per i nostri giocatori». Per Maurizio Sarri non esiste il rischio che la Juve possa prendere sottogamba la trasferta di Verona e si aspetta da parte dei suoi un approccio «di buon livello. Nelle riunioni andremo a toccare questo argomento ma mi sembrerebbe di sottovalutare l’intelligenza dei miei giocatori a insistere su questo argomento. Quella in settimana non è stata altro che una partita tipica del Verona, è lo standard che la squadra ha in questa stagione», il riferimento alla gara di mercoledì all’Olimpico contro la Lazio. TATTICA. Scegliere tra attaccanti che non danno riferimenti potrebbe essere un’idea: «C’è un doppio pensiero perché un centravanti che viene via li apre, ma un attaccante che attacca la profondità sarebbe altrettanto utile. C’è da decidere cosa privilegiare». E per rispondere alla domanda se Paulo Dybala giocherà oppure no, Sarri dice: «Sono un bipolare, nel senso che mi chiudo nel mio ufficio e penso a certe cose. Poi esco dall’ufficio, sono innamorato di calcio e penso ad altre cose». ARRIVA RONALDO. Di sicuro ci sarà Ronaldo, reduce dal Festival di Sanremo dove ha seguito da vicino la performance della sua Georgina: «Non ho visto Sanremo ma mi hanno detto che Georgina è stata brava» ha detto Sarri. Squadra pronta a interpretare scelte tattiche diverse «in relazione ai giocatori che in quel momento danno più garanzie. Se poi viene una partita in cui a sensazione per lo staff è meglio tornare al 4-3-1-2 lo facciamo tranquillamente», ha risposto Sarri che sul fatto che i centrocampisti non segnino con frequenza ha ammesso: «È un qualcosa in cui in questo momento possiamo anche fare a meno. Non abbiamo segnato molto con i centrocampisti ma abbiamo fatto abbastanza gol con i difensori. Possiamo migliorare e stiamo lavorando su due ragazzi che storicamente non hanno mai segnato molto e quindi bisogna avere pazienza». SCELTE. In mezzo sembra che Rabiot sia in vantaggio su Matuidi: «È in crescita ed è in un buon momento però non ci possiamo scordare chi è Matuidi e sulla lunga distanza è uno dei giocatori che ti torna utile. Penso sia importante dare continuità a questo ragazzo che mi lascia la sensazione di poter crescere ancora». Per quanto riguarda il possibile impiego di Buffon, invece, il discorso dovrebbe essere rimandato: «Abbiamo cominciato a parlare anche con Claudio Filippi (preparatore dei portieri, ndr) per cominciare a studiare il prossimo mese e le alternanze poi decideremo. Sicuramente Buffon in questo mese andrà dentro». Quindi il punto su Chiellini: «Siamo nei tempi previsti. Averlo in gruppo è già tanta roba, poi per quanto riguarderà le gare ufficiali bisognerà ascoltare lui». Ma anche stasera il “Chiello“ resterà a guardare, Il Bentegodi resterà solo terra di attesa e di passaggio. •

Simone Antolini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
63
Lazio
62
Inter
54
Atalanta
48
Roma
45
Napoli
39
Milan
36
Hellas Verona
35
Parma
35
Bologna
34
Sassuolo
32
Cagliari
32
Fiorentina
30
Udinese
28
Torino
27
Sampdoria
26
Genoa
25
Lecce
25
Spal
18
Brescia
16
Cagliari - Roma
3-4
Juventus - Inter
2-0
Lazio - Bologna
2-0
Lecce - Atalanta
2-7
Milan - Genoa
1-2
Napoli - Torino
2-1
Parma - Spal
0-1
Sampdoria - Hellas Verona
2-1
Sassuolo - Brescia
3-0
Udinese - Fiorentina
0-0