24 giugno 2019

Sport

Chiudi

10.06.2019 Tags: Alfredo Aglietti , Maurizio Setti , Beppe Iachini , Francesco Guidolin , Ivan Juric , Cesare Prandelli , Filippo Inzaghi , Davide Nicola , Gianni De Biasi , Hellas Verona

Hellas, non solo Juric o Aglietti. Incontro con Iachini, Guidolin si «candida»

Guidolin, Nicola e Iachini
Guidolin, Nicola e Iachini

L’ultimo ad amarla è stato Alfredo Aglietti. Tenera e letale compagna di viaggio. Ti prende il cuore, te lo strappa via. Ti fa credere immortale. Ma, a volte, ti svuota l’anima. L’Hellas è per molti. Ma non per tutti. L’Hellas in A ha fascino devastante. Attrae, lascia le gambe molli, asciuga la saliva.

Oggi l’Hellas non ha ancora trovato il suo nuovo amante. Deciderà a breve Maurizio Setti. E pare una lotta senza esclusione di colpi. Tra Alfredo Aglietti che ha fatto «qualcosa che altri al posto mio non avrebbero fatto. E questa promozione la sento mia, tutta mia». E Ivan Juric, che ancora non ha parlato, ma di fatto sembra essere vicino, molto vicino ai pensieri del presidente del Verona. Il popolo urla: «Aglietti». Setti potrebbe dire altro. In più spuntano anche gli altri. Ieri pomeriggio Setti ha visto Beppe Iachini. Per capire, per farsi un’altra idea, per vedere se c’è spazio per un terzo incomodo. Setti si è preso un paio di giorni per decidere, programmando ulteriori incontri con tecnici «che hanno maturato esperienza in serie A».

Tante le ipotesi, oltre a quelle già citate. Pure le telefonate spese nel tentativo di capire chi può entrare ancora in corsa. Gianni De Biasi non è stato contattato. Nemmeno Cesare Prandelli, finito fuori dal progetto del Genoa. Pippo Inzaghi, invece, il Verona l’aveva incontrato in passato. Ma non c’è stato un secondo rendez vous.

E gli altri? Davide Nicola è un profilo interessante. Giovane il giusto, preparato il giusto. «Sono allievo do Bagnoli, che lì da voi ha fatto qualcosa di speciale. La piazza è speciale, la serie A ritrovata porta entusiasmo. Essere accostati all’Hellas fa piacere. Si può fare calcio di un certo tipo. L’ambiente ti aiuta a dare tutto».

In queste ore si è speso anche il nome “pesante“ di Francesco Guidolin, un ex di rilievo. «Verona? Penso sia l’emozione che cerco e che potrei trovare solo lì. Nove anni al Verona non si dimenticano, fanno parte della mia storia. In questo momento rifiuterei tante chiamate, non quella del Verona. In Italia mi hanno chiamato in tanti fino a tre mesi fa. Ma io sono alla ricerca di qualcosa che mi arrivi al cuore. Sono carico, pensare all’Hellas mi regala grande entusiasmo. Venire lì vale vorrebbe dire chiudere come un cerchio. Lo considererei un cioccolatino».

Messaggi d’amore. Tutto, però, dipende da Setti. Anche Beppe Iachini è stato accostato al Verona, e l’incontro di ieri tra il presidente e l’ex allenatore dell’Empoli certifica che tra le parti c’è stima. Molto asciutto il tecnico nei suoi pensieri. Lui è stato uno dei tanti guerrieri dell’Hellas Anni Ottanta. Non ha bisogno di tante parole per essere convincente. Contattato poco prima dell’incontro con Setti aveva alzato le difese in maniera molto cordiale. Usando, però, le sue carte vincenti per ammaliare: passione e senso di appartenenza. «Sento ancora tremare la traversa di Brema». Riferimento alla battaglia di fango contro il Werder. In una partita epica, terminata uno a uno, già consegnata alla storia da tempo. Con il Verona che uscì sconfitto nel doppio confronto con i tedeschi (0-1 al Bentegodi), nei quarti finali di Uefa, marzo dell’88. Beppe non ha bisogno di aggiungere altro. Aspetta anche lui la chiamata. Come Aglietti, come Juric. Come chi vede oggi nel Verona una splendida amante con la quale fare follie. Iachini è l’ultimo della lista. Magari è finito in testa. Ancora (più o meno) 48 ore e Setti deciderà a chi consegnare il suo Verona. •

Simone Antolini

Puoi leggere anche

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
90
Napoli
79
Atalanta
69
Inter
69
Milan
68
Roma
66
Torino
63
Lazio
59
Sampdoria
53
Bologna
44
Sassuolo
43
Udinese
43
Spal
42
Fiorentina
41
Cagliari
41
Parma
41
Genoa
38
Empoli
38
Frosinone
25
Chievoverona
17
Atalanta - Sassuolo
3-1
Bologna - Napoli
3-2
Cagliari - Udinese
1-2
Fiorentina - Genoa
0-0
Frosinone - Chievoverona
0-0
Inter - Empoli
2-1
Roma - Parma
2-1
Sampdoria - Juventus
2-0
Spal - Milan
2-3
Torino - Lazio
3-1