24 settembre 2020

Sport

Chiudi

03.08.2020

Hellas distratto Tonfo col Genoa Chiude con un ko

Abbracci proibiti in area genoana FOTOEXPRESS
Abbracci proibiti in area genoana FOTOEXPRESS

Nessuna sorpresa. Vince il Genoa e lo fa già nel primo tempo. Finisce 3 a 0. Punteggio severo che punisce l'Hellas già in vacanza nel primo tempo. Il caldo è insopportabile per chi non è a godersi l'aperitivo in riva al mare. Lo stadio cofanetto di Italia '90 ospita l’ultima fatica dei gialloblù che giocano nella medesima formazione che ha battuto la Spal per 3 a 0. L’unica novità è il ritorno di Rrahmani. In panchina va Borini. E questa è già una notizia. Il Genoa deve vincere per essere sicuro della salvezza, qualsiasi altro risultato è un rischio. L’inizio è subito interessante per l’Hellas che ha chiaramente il cuor leggero e la voglia di chiudere in modo positivo una stagione straordinaria. Ai gialloblù basterebbe un punto per agganciare una prestigiosa quota 50 e rimanere nella parte sinistra della classifica. Il diavolo per l’Hellas ha le forme di Sanabria, l’attaccante che ha segnato al Verona il gol più bello della stagione si è ripetuto a Marassi. Una doppietta di qualità che scaccia i fantasmi sul grifone e accende le luci della svogliatezza sui gialloblù. Mister Juric si fa sentire e la squadra comincia a guadagnare metri ma il Genoa adesso si sente forte. Da Lecce arrivano notizie confortanti per la formazione di Nicola. L’Hellas ha un sussulto al minuto numero 39. Dimarco, tra i più intraprendenti, scarica per Amrabat che pesca Faraoni sul secondo palo genoano. Ponte di testa, respinta e Rrahmani tira a botta sicura. È un fuoco di paglia perché l’Hellas subisce la terza rete su calcio d’angolo. Questa volta è Romero a segnare la terza rete con una difesa scaligera immobile. Le motivazioni sono molto diverse e lo si vede in campo. Ecco perché l’intervento scomposto di Romero su Pessina è incomprensibile. Irrati lo ammonisce ma il centrocampista del Verona è costretto a lasciare il campo in barella. Davvero troppo per una partita, almeno nel primo tempo, senza storia. Arriva il primo responso sull’infortunio di Matteo Pessina: «distorsione al ginocchio con interessamento ai legamenti». Da attendere gli accertamenti di oggi. Certo che Romero quell’intervento poteva risparmiarselo. Intanto, nel giorno del suo 36° compleanno e del suo addio al Verona, Pazzini entra in campo al primo minuto della ripresa. Con lui anche Borini. Sostituiscono Pessina e Di Carmine. Il Verona gioca stabilmente nella metacampo del Genoa e proprio Pazzini viene fermato in fuorigioco a due passi da Perin. Ma c’è un altro episodio che vede protagonista il capitano gialloblù. A metacampo con spalle girate alla porta viene affrontato in modo deciso dal solito Romero. L’arbitro finalmente lo espelle ma alza in faccia anche a Juric il cartellino rosso. La colpa? Aver detto: «Vuoi che rompano un’altra gamba ?». Il riferimento è al fallaccio dello stesso Romero su Pessina. Espulsione esagerata perché dettata dall’alto grado di permalosità dei fischietti italiani. L’ultima immagine è quella del Pazzo che cerca di incornare un pallone senza riuscirvi. In bocca al lupo capitano... •

Gianluca Tavellin
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Genoa
3
Juventus
3
Napoli
3
Milan
3
Fiorentina
3
Cagliari
1
Sassuolo
1
Roma
1
Hellas Verona
1
Atalanta
0
Benevento
0
Inter
0
Lazio
0
Spezia
0
Udinese
0
Torino
0
Bologna
0
Parma
0
Crotone
0
Sampdoria
0
Fiorentina - Torino
1-0
Genoa - Crotone
4-1
Juventus - Sampdoria
3-0
Milan - Bologna
2-0
Parma - Napoli
0-2
Sassuolo - Cagliari
1-1
Hellas Verona - Roma
0-0
Benevento - Inter
Udinese - Spezia
Lazio - Atalanta