15 agosto 2020

Sport

Chiudi

08.10.2009

Così parlò Bellavista «Non c'era chiarezza»


 Antonio Bellavista ha rescisso il contratto con l'Andria
Antonio Bellavista ha rescisso il contratto con l'Andria

Totò, ma che cosa è successo? «Lo sapete come sono fatto. Sono un uomo. I soldi contano poco quando vengono meno stima, trasparenza e chiarezza. E io ho detto basta». Antonio Bellavista ha rescisso il suo contratto con l'Andria. «Ho rinunciato a soldi e due anni di contratto, ma ho fatto la cosa giusta». Ha fatto quello che si sentiva di fare. Domenica, però, non potrà essere in campo al Bentegodi. «Sì, sarei venuto volentieri a Verona. Purtroppo da avversario».
Sospensione doverosa. Antonio non riesce a farsene una ragione. «Io all'Hellas sarei rimasto volentieri. Adesso soprattutto che si gioca per vincere. E, invece, a me è toccato scendere in campo nel momento della sofferenza». Difficile fare finta di niente. «Mi sento come il marito tradito che spera di non incontrare mai la moglie». Magari mano nella mano con un altro. «Per questo evito di vedere giocare l'Hellas. Ci soffro troppo. Mi è capitato di vederla contro la Ternana. Ho resistito per poco, poi c'ho rinunciato. Adesso, comunque, il Verona ha una grande squadra. Possono puntare in alto».
Bellavista, invece, non ci sarà. Nemmeno per una sofferta toccata e fuga domenica prossima. «Chiederò a mister Pellegrini se mi può far allenare con lui. Monopoli è vicina. Oppure cercherò un'altra soluzione, aspettando gennaio e nuove possibilità». Con la separazione consensuale da Bellavista l'Andria ha perso sicuramente un giocatore di qualità in mezzo al campo. Aldo Papagni dovrò inventarsi in fretta qualcosa, anche perché la posizione di classifica dei pugliesi non è certo delle migliori. Ultimo posto, una vittoria in sette gare. Domenica, contro la Spal, è arrivato un pari poco convincente. Ora la trasferta di Verona rappresenta banco di prova molto severo. Finora in trasferta l'Andria ha collezionato solo sconfitte. Per quanto riguarda la squadra, Dionigi non è meglio a causa di una fastidiosa sciatalgia, mentre rientrano dalla squalifica Ceppitelli e Giorgetti. Non sarà della partita Di Simone che è stato fermato per un turno dal giudice sportivo.S. A.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
77
Atalanta
71
Inter
71
Lazio
69
Roma
57
Milan
56
Napoli
53
Sassuolo
48
Hellas Verona
45
Bologna
43
Cagliari
42
Parma
40
Fiorentina
39
Sampdoria
38
Torino
37
Udinese
36
Genoa
30
Lecce
29
Brescia
21
Spal
19
Brescia - Spal
Cagliari - Sassuolo
1-1
Fiorentina - Torino
Genoa - Lecce
Hellas Verona - Atalanta
1-1
Juventus - Lazio
Milan - Bologna
5-1
Napoli - Udinese
Parma - Sampdoria
Roma - Inter