13 agosto 2020

Sport

Chiudi

02.09.2009

Colombo va a caccia di rivincite


 Corrado Colombo con il presidente del Verona Giovanni Martinelli
Corrado Colombo con il presidente del Verona Giovanni Martinelli

Vuole vincere subito Corrado Colombo. Non ha tempo da perdere. «Sono qui per questo», ammette il nuovo attaccante del Verona.
L'altro ieri la firma di un contratto biennale con il club di via Torricelli, ieri pomeriggio il primo allenamento con la truppa di Remondina. «Ritrovo Luca Ceccarelli, un amico dai tempi di Spezia - spiega Colombo - e anche Rantier che conosco perchè è cresciuto anche lui nelle giovanili dell'Atalanta. Ma qui so che ci sono tanti giocatori importanti da Selva a Comazzi, ho giocato spesso contro di loro e so quanto possono dare in questo campionato. Senza dimenticare Ciotola che ha giocato con me a Pisa, una bella stagione».
Un progetto chiaro, obiettivi ambiziosi, il posto giusto per rilanciarsi. «Ho detto subito sì - continua - ho capito che il Verona può fare grandi cose. I dirigenti, i giocatori e l'allenatore vogliono vincere, per questo sono qua».
Per questo ha deciso di scendere di categoria. «Sì, proprio perchè voglio salire subito in B - ammette - e qui ci sono le condizioni per farlo, questa non è una piazza da serie C. Si respira lo spirito giusto. Ho cambiato tante squadre, ho avuto tanti allenatori importanti da Vavassori a Prandelli, da Lippi a Donadoni, ma non è mai arrivato il salto di qualità. Probabilmente ci ho messo anche qualcosa di mio, a trent'anni bisogna dare una svolta alla carriera».
Verona può diventare una tappa importante nel cammino professionale di Colombo. L'ultimo arrivato in casa Hellas si è già messo a disposizione di Remondina. «Ho fatto tutto il ritiro con il Bari e giocato una partita - racconta - poi sono finito in disparte. Problemi con Ventura? Assolutamente no, il mister mi aveva allenato anche a Pisa, ho sempre avuto un buon rapporto con lui. Sono decisioni della società, avevo avuto problemi anche l'anno scorso. Ero partito bene, Conte mi faceva giocare con continuità poi sono stato fermato da un infortunio. Al rientro le cose sono cambiate. Sono deluso per come si è chiusa la mia avventura a Bari ma ora devo voltare pagina e concentrarmi solo sul Verona». Tra l'altro, proprio all'Hellas, Colombo ha dato tanti dispiaceri con lo Spezia. Un gol in campionato per strappare con i liguri un pari di fondamentale importanza al Bentegodi e una prestazione di rilievo nello spareggio che condannò l'Hellas alla serie C. «Sono un professionista, ho dato tutto per la maglia che indossavo in quel momento - afferma - e so di aver dato un contributo fondamentale per la salvezza. Una stagione buona, ho giocato con continuità e ho fatto 8 gol in 17 gare. Mi dispiace per la retrocessione del Verona, dovrò farmi perdonare».
Magari con qualche gol in più rispetto a quelli che ha messo a segno nelle ultime stagioni. «Ci mancherebbe, spero di sbloccarmi presto - conclude -. Che giocatore sono? Ho fatto di tutto, spesso sono stato utilizzato da prima punta ma ho giocato anche in coppia con un altro attaccante, qualcuno mi ha utilizzato anche sulla fascia sinistra nel tridente offensivo. Sono a disposizione del tecnico ma non vedo l'ora di scendere in campo per mettermi alla prova».L. M.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
77
Atalanta
71
Inter
71
Lazio
69
Roma
57
Milan
56
Napoli
53
Sassuolo
48
Hellas Verona
45
Bologna
43
Cagliari
42
Parma
40
Fiorentina
39
Sampdoria
38
Torino
37
Udinese
36
Genoa
30
Lecce
29
Brescia
21
Spal
19
Brescia - Spal
Cagliari - Sassuolo
1-1
Fiorentina - Torino
Genoa - Lecce
Hellas Verona - Atalanta
1-1
Juventus - Lazio
Milan - Bologna
5-1
Napoli - Udinese
Parma - Sampdoria
Roma - Inter