23 febbraio 2020

Sport

Chiudi

23.01.2020

Vignato out e «Giak» in forse Chievo, emergenza fantasia

Giaccherini è in dubbio per la trasferta di Empoli FOTOEXPRESS
Giaccherini è in dubbio per la trasferta di Empoli FOTOEXPRESS

Giaccherini in forse, Vignato fuori, Ongenda in ritardo. Altro che abbondanza. Fantasia cercasi a Veronello, fra trequartisti acciaccati, doloranti e senza i novanta minuti nelle gambe. Faticoso il cammino verso Empoli. Il palco l’ha fatto cascare «Giak», fuori nel finale col Perugia perché qualcosa non andava. Segnali confermato da giorni sofferenti, da muscoli ancora intaccati, da punti di domanda sparpagliati sul campo. Un’incognita quando all’Empoli manca solo la rifinitura a porte chiuse di stamattina. Senza il suo peso offensivo le carte in tavola diventano molte di meno. Proverà Giaccherini, comunque reduce da una settimana col freno a mano tirato e quindi senza la partita intera nelle gambe. Pensieroso Marcolini, mai un momento tranquillo per un motivo o per l’altro, mentre Pellissier ieri ha lavorato per chiudere l’acquisto di Jonathan Morsay, ventiduenne esterno ma anche mezzala di sinistra del Gif Sundsvall col contratto in scadenza a giugno. Nazionalità svedese, spunto interessante, assai versatile. Morsay non esclude Renzetti, mancino per cui sta continuando il dialogo con la Cremonese. Domani però conteranno solo i punti. BRUTTA BOTTA. Tutto da ricalibrare il piano per Empoli, perché dalla lista è stato già tolto Vignato. Mai davvero al lavoro dopo il colpo alla caviglia sinistra di sabato, niente di particolarmente serio ma neanche una semplice carezza. Solo la prima di una lunga serie, con cui Vignato dovrà imparare a convivere iniziando a innalzare la soglia del dolore. A sopportare i calcioni, ad aumentare le autodifese. Verrà quel momento, per adesso il Chievo sa solo di dover lasciare a casa il suo più efficace apriscatole in una delle trasferte più strategiche oltre che complicate. Quasi certamente in piedi e vispo per la successiva col Venezia di domenica prossima ma stavolta destinato a guardare la partita dalla tv. Senza Vignato non sarà il vero Chievo, equazione fin troppo semplice visto che ormai anche lui fa parte del ristretto novero degli assi. Come Djordjevic, come Meggiorini, come Obi, come Giaccherini. E senza di loro la musica non può essere la stessa. LA PRIMA VOLTA. Fra i convocati oggi Marcolini aggiungerà Ongenda che sta proseguendo con passo sicuro il suo lavoro di ricarica. Corsa fluida, vista periferica a coprire tutto il fronte, il giusto piglio, il desiderio di integrarsi in fretta. Escluso che possa partire fra i primi undici ma uno spezzone nelle gambe l’ha immagazzinato. Utile già domani. Sempre meno arrugginito, sempre più pronto. Ci ha visto giusto il Chievo, fra i pochi a credere nella sua voglia di rivalsa dopo che Ongenda di treni ne aveva perduti tanti. Ripagato finora da un atteggiamento impeccabile e magie in allenamento non esattamente nel bagaglio di tutti. A Empoli come d’incanto potrebbe riemergere Pucciarelli, proprio nello stadio che è stato suo per una vita nella classica notte dell’ex. Carta da prendere in considerazione così come Garritano, che però servirebbe anche per un centrocampo non proprio a regime. Visti soprattutto i freni a Giaccherini. PUNTI SCOPERTI. A Marcolini servirebbe subito Domen Crnigoj, mezzala di sinistra nelle intenzioni del Chievo dopo anni di fascia destra soprattutto nel Lugano che ha ormai salutato da un pezzo. Ingresso rimandato per forza di qualche giorno. A Empoli bisognerà arrangiarsi con quel che passa il convento, tenendo conto che neanche Di Noia sarà utilizzabile. Il ginocchio sinistro fa ancora i capricci, ulteriore grattacapo per Marcolini che non può chiedere a Garritano di sdoppiarsi e che fra le riserve di caldo ha solo la voglia di rivincita di Esposito, piuttosto appannato nell’ultimo periodo e più a suo agio da metodista dove però letture, durezza e tempi di gioco non possono essere già quelli del giocatore consumato. Ritrovare Dickmann e Vaisanen dietro è una corposa aggiunta, così come Semper ormai senza l’ombra di Seculin, perché il Chievo ha scelto di andare avanti con lui fino alla fine. Ma mancherà molto talento però a Empoli. •

Alessandro De Pietro
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
60
Lazio
56
Inter
54
Atalanta
45
Roma
39
Napoli
36
Milan
36
Hellas Verona
35
Parma
35
Bologna
34
Cagliari
32
Sassuolo
29
Fiorentina
29
Torino
27
Udinese
27
Lecce
25
Sampdoria
23
Genoa
22
Brescia
16
Spal
15
Atalanta - Sassuolo
Bologna - Udinese
1-1
Brescia - Napoli
1-2
Fiorentina - Milan
1-1
Genoa - Lazio
Hellas Verona - Cagliari
Inter - Sampdoria
Roma - Lecce
Spal - Juventus
1-2
Torino - Parma