11 agosto 2020

Sport

Chiudi

04.07.2020

Rimonta Chievo Rigione bomber Pari con l’Entella

Rigione alla deviazione vincente. Borra non può nullaIl mucchio selvaggio gialloblù celebra la rete del pareggio di Michele Rigione FOTOEXPRESS
Rigione alla deviazione vincente. Borra non può nullaIl mucchio selvaggio gialloblù celebra la rete del pareggio di Michele Rigione FOTOEXPRESS

CHIAVARI Il coraggio, qualche distrazione, la voglia di vincere castrata da qualche imprecisione e da un pizzico di jella. E, a 94esimo consumato, un punto laddove ce ne sarebbero potuti stare anche tre. Pur contro una rivale - va riconosciuto - tosta, solida, protetta pure da una buona condizione fisica. Fa uno a uno, in sintesi, per il Chievo a Chiavari, su un campo infido non solo per la superficie in sintetico ma anche per la sana aggressività sfoggiata dai liguri di Boscaglia, a lungo bravi prima a resistere e poi a riemergere nel momento più critico della serata. E fa uno a uno che acquista valore perché agguantato in rimonta, a testimonianza della ferrea volontà di Aglietti e compagnia di restare agganciati al treno delle prime. E che ribadisce quanto questo gruppo sia compatto, credibile, ben attrezzato a dare battaglia. E a giocarsi insomma tutte le carte a disposizione per restare il più in alto possibile. Con quel sogno che ha i contorni della Serie A ben radicato in testa. Il successo di lunedì sul Frosinone aveva indotto qualcuno a pensare che anche in Liguria i ragazzi della Diga avrebbero potuto più disinvoltamente disporre del nemico. Follia. Perché in B nessuno si concede facilmente, come testimoniano diversi risultati di ieri. Il campionato resta più che mai una giostra, nella quale indovinare i filotti è impresa per pochi. E nel quale servono anche pazienza, cuore, pure una certa dose di buona sorte. Ieri, diciamolo, il Chievo ci ha provato. Aggiustando al minimo la formazione, con Segre a prendersi un po’ di meritato riposo, ma anche le solite linee a quattro (in difesa) e a tre (davanti). Spirito onesto, gambe non dappertutto tirate a lucido. E iniziativa, in ogni caso, subito nelle giocate di Esposito e soci, nel quadro di una gara tenuta complessivamente sotto controllo almeno fino al fattaccio del 25’. È lì che Garritano subisce fallo al limite dell’area, non rilevato, e l’Entella riparte col turbo. Ed è lì che l’ex Rodriguez fa secco Rigione a metà campo prima di appoggiare a Mazzitelli la palla del bellissimo 1-0. Chievo gagliardo, si diceva. Come si evince dalla sollecita reazione, tecnica e nervosa. I gialloblù iniziano a prendere la mira trovando sempre Borra attentissimo. Ma anche Djordjevic gravemente impreciso. Però si gioca a una porta. C’è profumo di gol. Che arriva nel modo più elaborato su una straordinaria triangolazione Esposito-Giaccherini-Rigione. Il riscatto del difensore pare l’annuncio del serrate finale, non fosse per l’Entella. Che ha schiena dritta, anima, corsa ancora profonda. Ci provano gli uni, ci provano gli altri. Il pari, tutto sommato, è giusto. E non proprio da buttare. •

Francesco Arioli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
77
Atalanta
71
Inter
71
Lazio
69
Roma
57
Milan
56
Napoli
53
Sassuolo
48
Hellas Verona
45
Bologna
43
Cagliari
42
Parma
40
Fiorentina
39
Sampdoria
38
Torino
37
Udinese
36
Genoa
30
Lecce
29
Brescia
21
Spal
19
Brescia - Spal
Cagliari - Sassuolo
1-1
Fiorentina - Torino
Genoa - Lecce
Hellas Verona - Atalanta
1-1
Juventus - Lazio
Milan - Bologna
5-1
Napoli - Udinese
Parma - Sampdoria
Roma - Inter