14 luglio 2020

Sport

Chiudi

12.04.2020

La A in testa:
mister Aglietti
provaci ancora

Il Chievo di Djordjevic (e Aglietti) può ancora sperare nella ripresaElia Viviani
Il Chievo di Djordjevic (e Aglietti) può ancora sperare nella ripresaElia Viviani

Fuori tempo. O in attesa di tempi migliori. Aspirazioni e tantissima pazienza, precedenti interessanti e prospettive sospese. Nella previsione, presto o tardi, di misurarsi nuovamente col campo. O magari con la strada. Loro sono quelli che avrebbero potuto (o dovuto) e invece sono costretti al palo.

 

Qualcuno, come Alfredo Aglietti, accarezza ancora il pensiero di poter rimettere mano al suo Chievo per condurlo almeno ai playoff promozione; qualcun altro - come Andrea Diana - dovrà invece probabilmente attendere l’autunno per ridare fiato alle aspirazioni di primato della Tezenis. Storie parallele, simili ma non uguali. Perché il calcio, soprattutto il calcio, è ancora in ballo e allora la corsa alla Serie A di «Aglio» potrebbe riacquistare energia anche durante i mesi estivi. A porte chiuse o a porte aperte oggi come oggi importa relativamente, soprattutto se la missione alla fine dovesse riuscire. Ad alimentarla i ricordi, non così distanti, della prova di Ascoli e di quella casalinga col Cosenza: quattro punti totali e un ottavo posto che varrebbe gli spareggi per la A.

 

Desideri di risalita e riscatto che animano anche i leader del gruppo gialloblù, tanti dei quali arrivati ai tre quarti di una stagione controversa. Tra pause, infortuni, squilli improvvisi e parentesi nel cono d’ombra: Djordjevic, Giaccherini e compagnia possono essere protagonisti di notti davvero magiche. Nel limbo, però, ci sono tanti altri primattori dello sport in salsa veronese: a cominciare da Elia Viviani, protagonista di una falsa partenza invernale, inaspettatamente ancora alla ricerca del primo botto.

 

Orfano di alcune classiche che cli avevano messo l’acquolina, a cominciare dalla Sanremo. Tutto incerto, tutto sospeso, come per Formolo, Scartezzini e gli altri. E come per Diana, visto che per tentare la scalata alla A1 di basket sarà indispensabile ritrovarsi in estate. Discorso per certi versi analogo per le squadre di calcio femminile di Verona: dalle Women di Pachera - subentrato in corsa a Bonazzoli - al Chievo di Moreno Dalla Pozza, erede di Zuccher. Restano gli sport estivi per eccellenza: baseball, softball, tamburello. Spazi in cui domina, per ora, un grande punto interrogativo. •

FR. AR.
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
75
Lazio
68
Atalanta
66
Inter
65
Roma
51
Napoli
51
Milan
49
Sassuolo
43
Hellas Verona
43
Bologna
41
Cagliari
40
Parma
39
Fiorentina
35
Udinese
35
Torino
34
Sampdoria
32
Lecce
28
Genoa
27
Brescia
21
Spal
19
Atalanta - Lazio
Bologna - Juventus
Fiorentina - Brescia
1-1
Genoa - Parma
Hellas Verona - Napoli
Inter - Sassuolo
Lecce - Milan
1-4
Roma - Sampdoria
Spal - Cagliari
Torino - Udinese