11 agosto 2020

Sport

Chiudi

29.06.2020

Chievo, cuore e collera Aglietti cerca rivincite contro il Frosinone

Alfredo Aglietti FOTOEXPRESS
Alfredo Aglietti FOTOEXPRESS

La collera e l’amor proprio, il fastidio e il riscatto. Con la ferma volontà - ricetta vecchia ma sempre buona - di trasformare i travasi di bile in energia positiva. Qualche volta, almeno in parte, la concentrazione delle partite - tante in pochi giorni - può aiutare. Perché la ferita fresca brucia più forte, tiene più alti i giri del motore. Carica a molla. Se lo augura fortissimamente anche Alfredo Aglietti, condottiero del Chievo che, appena digerita l’amarissima sconfitta di venerdì con lo Spezia, è già in campo stasera per affrontare un altro qualificatissimo nemico come il Frosinone di Sandro Nesta, ulteriore autorevole candidato al salto in Serie A. Tre giorni appena, insomma, per medicare le ferite e riporre in un angolino della memoria le sviste dell’arbitro Dionisi - co-protagonista del colpo esterno degli spezzini - prima di rituffarsi in un altro match ad alto contenuto tecnico-agonistico. E provare a riprendersi quanto scippato poche sere fa dal... destino. Impossibile dunque approcciare al nuovo ostacolo senza guardarsi alle spalle, impensabile tentare di costruire il futuro senza conservare un briciolo di doloroso trascorso. E a distanza di due giorni i pensieri di “Aglio” nel dopogara non sono certamente passati di moda: «Difficile analizzare la partita senza andare a guardare gli episodi che l’hanno determinata», aveva detto, ancora novello di espulsione. «Ma noi abbiamo fatto una buona partita fino al 70’. Sicuramente una partita equilibrata, nella quale potevamo andare sopra o sotto ma sapevamo che quella sarebbe stata la gara. Gara che noi avevamo interpretato molto bene». LA DISAMINA. Nessun attacco scomposto all’arbitro Dionisi, piuttosto una ragionata disamina dei torti subiti. Non pochi e neppure superficiali: «A questo punto anche la Var in Serie B diventa fondamentale. Noi con la Var avremmo vinto la partita, molto probabilmente. Perché, per esempio, invece di prendere l’1-1 ci danno il rigore del 2-0... Col se e i ma non si fa però gli arbitri devono stare un po’ più attenti, a maggior ragione ora che le partite sono sempre meno e i punti a disposizione molto pesanti», l’aggiunta. E ancora, anche per mantenere la squadra sul pezzo: «Non mi vorrei soffermare troppo su queste cose perché si rischia di trovare delle scusanti ma è anche vero che non si può sorvolare. È dura mantenere il self control in questi casi». La notizia cattiva è che il rovescio interno ha interrotto la serie positiva dei gialloblù, stroncando il tentativo di accorciare decisamente verso i vertici della classifica. Quella buona è che i gialloblù restano in zona playoff e che tre punti stasera permetterebbero magari di rosicchiare qualcosina a chi sta davanti e tenere soprattutto a distanza gli inseguitori, che si fanno sempre più numerosi e pericolosi: «Dobbiamo immediatamente ricaricare le pile», il messaggio lanciato venerdì da Aglietti e registrato dall’ufficio stampa della Diga. «Battere lo Spezia avrebbe significato tanto», il rimpianto. Che non condiziona - non può condizionare - ovviamente la voglia di rivincita del gruppo contro un’altra avversaria fortissima, pur reduce dal clamoroso, inatteso capitombolo interno col Cittadella, patito sempre venerdì. LE SCELTE DI FORMAZIONE. Quella di questa sera - per la cronaca sarà l’undicesima giornata di ritorno - diventa allora gara chiave per testare la tenuta - anche nervosa - delle contendenti e comprendere come potranno approcciare alle residue sette finali, quelle programmate tra luglio e agosto. Prova della verità cui dovrebbe partecipare dal 1’ Giaccherini, rivisto in campo contro lo Spezia solo nel finale. Aglietti potrebbe prevedere qualche cambio anche a metà, con Esposito favorito per dare fiato a Obi o a Garritano. Più difficile immaginare alternative in difesa, reparto con le alternative contate viste le indisponibilità di Vaisanen e Cavar. •

Francesco Arioli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
77
Atalanta
71
Inter
71
Lazio
69
Roma
57
Milan
56
Napoli
53
Sassuolo
48
Hellas Verona
45
Bologna
43
Cagliari
42
Parma
40
Fiorentina
39
Sampdoria
38
Torino
37
Udinese
36
Genoa
30
Lecce
29
Brescia
21
Spal
19
Brescia - Spal
Cagliari - Sassuolo
1-1
Fiorentina - Torino
Genoa - Lecce
Hellas Verona - Atalanta
1-1
Juventus - Lazio
Milan - Bologna
5-1
Napoli - Udinese
Parma - Sampdoria
Roma - Inter