25 febbraio 2020

Sport

Chiudi

18.01.2020

Chievo alla prova Perugia La rincorsa può cominciare

Jacopo Segre, punto fermo della mediana gialloblù FOTOEXPRESS
Jacopo Segre, punto fermo della mediana gialloblù FOTOEXPRESS

Curiosità, attesa, cauto ottimismo più che latente diffidenza, energia positiva oltre lo scetticismo: il campionato di Serie B riapre i battenti dopo oltre venti giorni di sosta e il Chievo è pronto a ripartire di scatto per riprendersi sollecitamente il terreno perduto a dicembre e riaprire la caccia alla zona playoff, dalla quale è stato estromesso proprio sulle battute finali del girone d’andata. Obiettivi che entreranno fatalmente in rotta di collisione con quelli del Perugia, ospite di giornata al Bentegodi e da poco trasferito nelle mani di Serse Cosmi. Perugia che cova traguardi in tutto simili a quelli dei gialloblù e che può vantare un organico del tutto adeguato alla bisogna. Al di là dei forfait di giornata. LA BAGARRE. Oggi come oggi basta dare una sbirciatina alla classifica per rendersi conto che i giochi restano assolutamente aperti, a maggior ragione se il club della Diga dovesse riparare a qualche falla d’organico grazie alle opportunità della campagna di gennaio. E mettere sotto il Grifone varrebbe già un prezioso sorpasso e un probabile rientro in zona promozione. Tanto più che il programma del weekend prevede tra le altre gli scontri diretti di Frosinone (col Pordenone), Pescara (con la Salernitana) e le trasferte a rischio di Crotone (derby a Cosenza), Empoli (a Castellammare di Stabia) e Cittadella (a La Spezia). Sempre che non si vogliano ritenere temibili - lo sono - anche i viaggi di Ascoli ed Entella rispettivamente sui campi delle pericolanti Trapani e Livorno, più che mai affamate di punti. RIECCO I NOSTRI. A restituire vigore al Chievo, dopo il pessimo mese di dicembre, il rientro di alcuni giocatori chiave oltre alla ritrovata condizione di chi, il mese scorso, era alle prese con i postumi di fastidiose noie muscolari. Michele Marcolini, insomma, potrà finalmente riavere a pieno regime Giaccherini e Djordjevic oltre a Joel Obi, fermatosi a Santa Lucia. E potrà giovarsi della raggiunta maturità di Emanuel Vignato, il cui 2019 si era chiuso in straripante crescendo. Proprio il 19enne talento promesso al Bologna dovrà incaricarsi di nutrire di fantasia, strappi e imprevedibilità la manovra della squadra gialloblù per superare di slancio l’ostacolo e vendicare in qualche misura una delle sconfitte più ingiuste e indigeste dell’andata. Al resto dovrà provvedere la solidità della difesa governata da Cesar e il tandem offensivo costituito da Djordjevic e Meggiorini, chiamati ad aggiornare il rispettivo score stagionale. Non ancora pronto Ongenda, che non appare tra i convocati diversamente da Zuelli (terza chiamata di fila) e dall’altro rientrante Ceter. LE ASSENZE. Marcolini dovrà però ovviare anche ad alcune pesanti indisponibilità. Il giudice sportivo ha infatti squalificato per un turno Dickmann - praticamente insostituibile all’andata - e Vaisanen. Il colpo incassato a Pescara tiene quindi ai margini pure Di Noia, diventato cardine della mediana gialloblù. Il tecnico dovrebbe chiamare in causa Frey e Rigione per sopperire ai problemi del reparto arretrato mentre a metà sarà Giaccherini a cucire gioco a sinistra con Obi in regia e Segre a destra. La missione peraltro è chiara e il contemporaneo impiego di «Giak», Vignato, Djordjevic e Meggiorini del tutto conseguente: il Perugia va aggredito, il ritmo sveltito, l’andamento della gara in parte forzata. I tre punti darebbero un grande segnale, il Chievo è più che deciso a rispondere «presente». •

Francesco Arioli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
60
Lazio
59
Inter
54
Atalanta
45
Roma
42
Napoli
36
Milan
36
Hellas Verona
35
Parma
35
Bologna
34
Cagliari
32
Sassuolo
29
Fiorentina
29
Torino
27
Udinese
27
Lecce
25
Sampdoria
23
Genoa
22
Brescia
16
Spal
15
Atalanta - Sassuolo
Bologna - Udinese
1-1
Brescia - Napoli
1-2
Fiorentina - Milan
1-1
Genoa - Lazio
2-3
Hellas Verona - Cagliari
Inter - Sampdoria
Roma - Lecce
4-0
Spal - Juventus
1-2
Torino - Parma