29 settembre 2020

Sport

Chiudi

01.08.2020

Ancora tu

Garritano, semi nascosto, infila in porta la rete della vittoriaLuca Garritano al contrasto aereo. Il suo gol ha portato il Chievo ai play off FOTOEXPRESS
Garritano, semi nascosto, infila in porta la rete della vittoriaLuca Garritano al contrasto aereo. Il suo gol ha portato il Chievo ai play off FOTOEXPRESS

Terzo squillo in tre partite, Pescara freddato e spedito ai playout, sesta posizione consolidata e una formidabile carica di energia positiva come propellente playoff: il Chievo colpisce ancora e continua a sognare, pronto adesso ad affrontare l’Empoli. La prospettiva che un paio di settimane fa aveva contorni indefiniti adesso ha fisionomia assai più rassicurante. E Aglietti ha tra le mani un gruppo ringalluzzito dai risultati e una squadra che conosce a memoria copione e potenziali sviluppi. Lui, il nocchiero della Diga, due giorni fa aveva parlato di possibile «mina vagante» agli spareggi per la A. E lo stato di salute apparente, in questa difficile fase della stagione, pare voler confermare la sua diagnosi. Chi vorrà completare l’estate col salto più ambito dovrà sudare parecchio per escludere dai giochi i gialloblù, che avranno pure qualche limite di organico ma che sanno ottimizzare le risorse. Ed entrano lanciati come nel post campionato. Dimostrando di possedere eccellenti virtù nervose. Merito tutto loro? Del tecnico? Proficua sintesi delle differenti sensibilità? Un po’ di tutto, probabilmente. Fatto sta che anche ieri il compito non si presentava dei più agevoli. C’è il Chievo a caccia dei play off, certo. Ma c’è anche il Pescara aggrappato all’ipotesi della salvezza diretta. Insomma, si gioca al Bentegodi con temperature davvero insane e una quota di umidità pazzesca. Ma si gioca anche con l’occhio ai telefonini, tutti a scrutare quel che capita altrove. In particolare a Livorno, Frosinone, Salerno e Chiavari gli uni; a Cosenza e Venezia gli altri. È uno stillicidio di emozioni, un continuo ricorso alla calcolatrice. Le rispettive classifiche avulse costringono a clamorosi equilibrismi. Intanto sul campo c’è un solo padrone. Che viaggia a ritmi controllati ma nulla concede al nemico, vagamente pavido. Il Chievo insomma è in controllo. Dura strappare, altrettanto dura costruire un vero assedio a Fiorillo. Eppure, alla conta delle occasioni, la supremazia gialloblù è nettissima. In particolare è Luca Garritano, match winner a Benevento, a cercare con insistenza la via della porta. E a trovare sempre troppo attento il portiere avversario. Stesso tema nella ripresa, al di là dei cambi e del dirottamento dello stesso Garritano a esterno d’attacco. Ci sarebbe il tempo di protestare per un affossamento in area di Obi. Ci sarebbe pure modo di sacramentare per un paio di mischie senza successo nell’area biancazzurra. Ma poi c’è anche l’occasione di alzare le braccia al cielo: sesto posto conservato, ora tocca all’Empoli. Si ricomincia martedì sera, sempre al Bentegodi, e con un bonus non banale da giocarsi. Oltre a quella scarica di fiducia che monta inesorabile. •

Francesco Arioli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Napoli
6
Milan
6
Hellas Verona
6
Juventus
4
Sassuolo
4
Atalanta
3
Lazio
3
Inter
3
Bologna
3
Benevento
3
Fiorentina
3
Genoa
3
Cagliari
1
Roma
1
Udinese
0
Torino
0
Spezia
0
Sampdoria
0
Crotone
0
Parma
0
Bologna - Parma
4-1
Cagliari - Lazio
0-2
Crotone - Milan
0-2
Inter - Fiorentina
4-3
Napoli - Genoa
6-0
Roma - Juventus
2-2
Sampdoria - Benevento
2-3
Spezia - Sassuolo
1-4
Torino - Atalanta
2-4
Hellas Verona - Udinese
1-0