22 settembre 2019

Sport

Chiudi

28.07.2019

Tris di reti all’Arzignano Timbra il solito Stepinski E Garritano è da applausi

Luca Garritano in gol contro l’Arzignano
Luca Garritano in gol contro l’Arzignano

Tre a due all’Arzignano, new entry in Lega Pro. Cerca geometrie il Chievo. Spesso trovate, anche se la strada è ancora lunga. C’è gente a Veronello. In tribuna spunta anche una maglia con la 55 di Vignato, presto fuori moda. Anche ieri per tutto il tempo in panchina. Il Chievo parte con Obi in regia e Giaccherini mezzala. Meggiorini comincia da falso trequartista alle spalle di Rodriguez e Ceter, ma spesso si alza fino alla linea degli altri due a formare un tridente secco. Leris non c’è, Tomovic nemmeno. Semplice turnover. Dietro la coperta è corta, tanto più senza Cesar ancora con noie alla schiena. Nuvole nere su Veronello, fino alla grandine poco prima della metà del secondo tempo. Gara sospesa per tre minuti, per poi riprendere sotto l’acqua. Il Chievo del primo tempo è nella smania di Meggiorini, i guizzi di Giaccherini e qualche sventagliata di Obi. Nella caccia del gioco e ai giusti automatismi offensivi, in attesa di test più severi per la fase difensiva e di un quadro più nitido del materiale a disposizione. Ci vuole un cross di Hetemaj (20’) per produrre il vantaggio, merito della spizzata di Meggiorini e il tocco di testa di Rodriguez. Un altro il Chievo della ripresa, d’altronde Marcolini di giocatori ne ha anche troppi. Nei quattro di difesa ancora Karamoko, desiderio dell’Inter sempre bravissimo anche nell’impostare dal basso. Al 3’ è Stepinski da due passi a piazzare il bis, ma il colpo più bello del pomeriggio (11’) è il piatto al volo di Garritano sulla parabola pulitissima di Pucciarelli che taglia l’area da sinistra a destra in un’azione oliata anche da Rovaglia. Applausi, meno di quelli meritati ma solo perché con un tempo così l’ombrello è una necessità. Anche l’Arzignano è vivo, dimostrato dalla manovra che al 17’ libera in area Cais per la stoccata in corsa al limite dell’area piccola. Dalla distanza, proprio in chiusura, Rocco dalla distanza accorcia ancora le distanze. Poi tutti sotto la doccia. La ripresa a Veronello martedì.

A.D.P.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Inter
12
Juventus
10
Bologna
7
Napoli
6
Cagliari
6
Atalanta
6
Torino
6
Brescia
6
Milan
6
Roma
5
Lazio
4
Hellas Verona
4
Genoa
4
Sassuolo
3
Parma
3
Spal
3
Udinese
3
Lecce
3
Fiorentina
1
Sampdoria
0
Atalanta - Fiorentina
Bologna - Roma
Cagliari - Genoa
3-1
Juventus - Hellas Verona
2-1
Lazio - Parma
Lecce - Napoli
Milan - Inter
0-2
Sampdoria - Torino
Sassuolo - Spal
Udinese - Brescia
0-1