05 aprile 2020

Sport

Chiudi

23.02.2020

«Calzedonia si sta caricando Vogliamo firmare l’impresa»

Il centrale di Calzedonia Enrico Cester, numero 12, in un’azione di attacco
Il centrale di Calzedonia Enrico Cester, numero 12, in un’azione di attacco

«Non so se la sosta sia arrivata al momento giusto, di certo so che ci stiamo dando dentro ogni giorno per arrivare carichi ai prossimi appuntamenti». Per Enrico Cester queste due settimane a disposizione «sono utili sicuramente per lavorare, chiaramente tutto in funzione di una ripresa del campionato che vedrà Calzedonia ospitare all’Agsm Forum, domenica prossima, la Consar Ravenna». Giorni in palestra in cui, precisa il centrale gialloblù, «ci siamo concentrati particolarmente sul contrattacco in cui, è inutile girarci tanto intorno, facciamo un po’ fatica». Per quanto riguarda il servizio, arma sempre più determinante nel volley moderno, «lo sapevamo fin da subito che la nostra non è una squadra che possiede battitori micidiali. L’unico che può fare la differenza è Boyer, per cui è una situazione che non può certo migliorare da un giorno all’altro. Dobbiamo gestirla al meglio alternando le battute flottanti a quelle più forti ma dobbiamo essere bravi negli altri fondamentali proprio per compensare questa nostra debolezza». Giovedì scorso la compagine di Stoytchev è stata sconfitta in amichevole per 1-3 dalla Sales Piacenza e mercoledì restituirà la visita. Per l’ex giocatore della Sisley e della Lube la sconfitta contro la squadra di Gardini non deve preoccupare: «Sono partite che contano relativamente. Avevamo perso anche contro Monza e poi la scorsa settimana abbiamo recuperato bene andando al tie break. Sono dei test ma non dobbiamo assegnare a queste uscite significati particolari. Servono soprattutto per non perdere il ritmo partita». Da vincere per Verona, invece, sono assolutamente i due prossimi incontri: domenica contro Ravenna e poi l’8 marzo a Latina. Su questo Cester concorda pienamente: «Non ci sono dubbi. Anche perché in chiave playoff per gli ultimi posti c’è una bella ressa con diverse squadre racchiuse in pochi punti. Abbiamo visto che la Kioene Padova ha perso nuovamente, nel recupero contro Vibo Valentia, per cui due vittorie o due sconfitte consecutive ti cambiano non poco le prospettive. Detto questo è chiaro che nelle prossime due gare dobbiamo incamerare cinque punti, meglio ancora se sono sei». Poi, aggiunge, «sarà sicuramente più difficile centrare una vittoria piena. Sapendo che ci tocca affrontare Trento, Modena e Milano si può sperare di muovere la classifica ma è meglio arrivare a questi scontri nelle migliore posizione possibile. Così, giocando magari senza troppa pressione, chissà che non si riesca a combinare qualcosa di buono come abbiamo fatto nella gara di andata proprio contro Modena dove siamo scesi in campo senza pressione tornando a casa con i due punti». Di certo, ammette, una situazione di così grande incertezza, a poche giornate dal termine delle regular season, nelle ultime stagioni non si era mai vista: «Quando giocavo a Civitanova c’erano sempre le solite corazzate e poi, a turno che si faceva sotto, a volte era proprio Verona, altre Padova o Milano. In questo campionato la situazione è cambiata radicalmente ed ora come ora Calzedonia è fuori dai playoff. Per cui stiamo lavorando duramente», conclude, «in palestra non solo per chiudere tra le prime otto ma anche per risalire qualche posizione. Dover affrontare subito ai quarti Civitanova o anche Perugia non è che ti lasci molte speranza di passare il turno. •

Marco Ballini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
63
Lazio
62
Inter
54
Atalanta
48
Roma
45
Napoli
39
Milan
36
Hellas Verona
35
Parma
35
Bologna
34
Sassuolo
32
Cagliari
32
Fiorentina
30
Udinese
28
Torino
27
Sampdoria
26
Genoa
25
Lecce
25
Spal
18
Brescia
16
Cagliari - Roma
3-4
Juventus - Inter
2-0
Lazio - Bologna
2-0
Lecce - Atalanta
2-7
Milan - Genoa
1-2
Napoli - Torino
2-1
Parma - Spal
0-1
Sampdoria - Hellas Verona
2-1
Sassuolo - Brescia
3-0
Udinese - Fiorentina
0-0