20 febbraio 2020

Sport

Chiudi

30.12.2019

«Calzedonia può migliorare Lavoreremo sul servizio»

Rado Stoytchev con Dario Simoni durante una partita della Calzedonia Volley
Rado Stoytchev con Dario Simoni durante una partita della Calzedonia Volley

Il campionato già da qualche anno più bello del mondo, promette per la stagione in corso di battere tutti i precedenti per livello di gioco e spettacolarità. Anche se, per quanto riguarda la lotta al vertice, la situazione non è cambiata molto. Per il vice di Radostin Stoytchev, Dario Simoni, le sorprese in effetti non sono molte. Saranno sempre quelle che lotteranno per la semifinale play off? «In occasione dell’ultima giornata Milano ha sorpassato Trento ma, bene o male, mi pare proprio che a dettar legge siano sempre le solite formazioni». La Lube campione d’Italia e del mondo è l’unica a non avere finora mai perso. Perché è così forte? «Perché ha mantenuto la stessa ossatura. Non può più contare sull’opposto Sokolov, sostituito da Rychlicki, e mi aspettavo che incontrasse qualche difficoltà in più. Invece la squadra di De Giorgi si è compattata ancora di più e quindi la differenza la sta facendo il gruppo. Questo nonostante sia impegnata su più fronti». La Kioene Padova ha sconfitto prima Trento e poi Modena, confermando di avere tutte le carte in regola per poter partecipare ai play off. Qual è la sua forza? «Direi soprattutto nel suo opposto, Hernandez, visto che batte molto bene ed è in grado di cambiare l’andamento delle partite. Va anche detto che sempre di più è il servizio a fare la differenza, un fondamentale determinante soprattutto per quelle squadre che possono contare su certi giocatori, vedi Milano con Aziz micidiale contro di noi, in grado appunto di mettere a segno break decisivi. Molti club hanno due o tre elementi che in battuta sono devastanti, noi per ora ne abbiamo uno solo che è Boyer». In prospettiva altri potrebbero imitarlo? «La battuta è un fondamentale che si allena e quindi, col lavoro, si arriva a raggiungere certi risultati. Ecco perché ho detto che al momento possiamo contare solo su Stéphen, perché appunto abbiamo in rosa giocatori, anche giovani, che sotto questo profilo hanno grandi margini di miglioramento. Teniamo presente che la battuta dipende non solo dal fisico ma anche dalla tecnica e dalla testa. La disponibilità dei ragazzi a lavorare molto c’è tutta, è solo questione di tempo», Se nelle altre stagioni l’accesso ai play off non era di fatto mai in discussione per Calzedonia, in questo campionato non è affatto scontato. Come vivete questa situazione? «Alla fine del girone di andata noi eravamo fuori dai play off quando invece il nostro obbiettivo, come staff, era quello di esserci abbondantemente dentro. Sotto questo punto di vista non siamo proprio soddisfatti. Certo, ci sono tante attenuanti, come i giocatori giovani, molti al primo o secondo anno in Italia, e questo si paga. Se guardiamo le statistiche di qualche atleta si vede un andamento altalenante dovuto proprio a questo aspetto. Di positivo c’è però l’attitudine al lavoro per cui prima o poi i valori verranno fuori». Con la vittoria contro Sora Calzedonia è rientrata tra le prime otto. Quanto è importante sotto il profilo psicologico? «Molto. Le gare come quella contro Sora, sono quelle che se vinci hai fatto il tuo dovere e se perdi è un dramma. Teniamo presente che abbiamo giocato dopo le vacanze, in un palazzetto semivuoto, con loro che non avevano niente da perdere e in alcuni momenti tiravano alla morte. Per cui, alla fine, siamo stati bravi a tornare a casa con i tre punti». La lunga sosta è un vantaggio per voi? «Assolutamente sì, se poi si riesce ad organizzare qualche amichevole che ti riporti al ritmo partita ancora meglio. Tra quindici giorni non vedremo chiaramente una Calzedonia completamente diversa, ma sicuramente avremo avuto il tempo per lavorare sui singoli, limare qualche difetto e migliorare alcuni aspetti del gioco». •

Marco Ballini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
57
Lazio
56
Inter
54
Atalanta
45
Roma
39
Hellas Verona
35
Parma
35
Milan
35
Napoli
33
Bologna
33
Cagliari
32
Sassuolo
29
Fiorentina
28
Torino
27
Udinese
26
Lecce
25
Sampdoria
23
Genoa
22
Brescia
16
Spal
15
Atalanta - Roma
2-1
Bologna - Genoa
0-3
Cagliari - Napoli
0-1
Juventus - Brescia
2-0
Lazio - Inter
2-1
Lecce - Spal
2-1
Milan - Torino
1-0
Sampdoria - Fiorentina
1-5
Sassuolo - Parma
0-1
Udinese - Hellas Verona
0-0